« Torna indietro

Alpini

Alpini e molestie, il sindaco di Trieste: “Chi ha denunciato è gentaglia”

Pubblicato il 14 Maggio, 2022

“Ma stiamo scherzando? Una ha detto: mi hanno detto che ho un bel paio di gambe e mi sono sentita violentata. Quando vediamo passare una bella ragazza, cosa pensiamo? Siamo maschi. Ma stiamo scherzando? Se le avessero detto hai un bel c…, cosa avrebbe fatto allora? Viva gli alpini! Viva gli alpini!”. Vorrei dire a questa persona: Signora guardi che la violenza è un’altra cosa”.

Così il sindaco di Trieste Roberto Dipiazza, intervenuto su TeleQuattro sulle segnalazioni di centinaia di molestie durante il raduno degli alpini a Rimini. Il sindaco ha attaccato anche attaccando anche l’associazione NonUnaDiMeno che ha denunciato gli episodi, definendo “gentaglia” chi ne fa parte.

Ma Dipiazza non è l’unico caso di rappresentante istituzionale che si oppone al caso sollevato da NonUnaDiMeno.

Così come riporta La Nazione. in questi giorni si è visto di tutto, compresi alcuni titoli di siti web che hanno ironizzato sulla denuncia di una di queste donne: “Ecco le famose ‘molesti degli Alpini – riporta uno dei tanti titoli con la foto della donna che racconta di essere stata molestata –: Mi hanno detto che ho belle gambe, mi sono sentita stuprata”. Una dichiarazione che non ha trovato concorde il consigliere comunale leghista perugino Luca Valigi, che ha pubblicato la foto della ragazza con il titolo e il commento “Addirittura…” ha scritto seguito da una sfilza di commenti di approvazione e di offesa nei confronti di quella donna.

E in tutto questo c’è anche il “like” dell’assessore al femminile di Fratelli d’Italia, Clara Pastorelli.

“Sono indecisa – commenta a sua volta il capogruppo comunale del Pd, Sarah Bistocchi –: su cosa mi infastidisce e cosa mi inquieta di più: il post di Luca Valigi o il ’mi piace della Pastorelli? I commenti sotto al post, di uomini ma anche di donne, che hanno scaricato lì rabbia, ignoranza, cattiveria. Misoginia o anche solo superficialità, indifferenza per le sorti degli altri, la voglia di sfogarsi sulla pelle dei più deboli, in questo caso – guarda un po’ – le donne”.

“Matteo Salvini – aggiunge Bistocchi – ha condiviso in un post le accuse dichiarando “Viva gli Alpini, più forti di tutto e di tutti!“ Giorgia Meloni, sensibile alle tematiche di genere come il cambio di stagione, a volte sì e a volte no. I loro rappresentanti sul territorio – conclude –, degni membri dei loro partito, indegni rappresentanti delle nostre Istituzioni. Cambiamo questo governo cittadino: i tempi sono maturi, loro non lo sono mai stati”.

x