« Torna indietro

rapina

Eroina nascosta tra le pietre di un muretto a secco, condannato per spaccio 55enne

Pubblicato il 20 Gennaio, 2022

Dopo gli episodi di cui vi abbiamo raccontato nei giorni e nelle settimane scorse, arriva la sentenza che vede condannato per spaccio un 55enne di Nardò. Si tratta di Giuseppe Casaluce che ha visto concludere con la sentenza di condanna ad un anno e 8 mesi e 5mila euro di multa, il processo in cui era imputato per i fatti che risalgono allo scorso 30 maggio 2019. Una sentenza che, però, è molto lontana da quelle che erano state le richieste della pubblica accusa che aveva invocato la condanna a 9 anni. Casaluce, ovviamente, rispondeva dell’ipotesi di reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Condannato per spaccio 55enne, i fatti

Il 55enne di Nardò, nel maggio del 2019, come detto, finì sotto la lente d’ingrandimento dei carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Gallipoli che erano impegnati in un servizio di prevenzione e contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, già gravato da alcuni precedenti, fu fermato mentre si trovava a bordo di uno scooter nei pressi di un muretto a secco di Nardò in cui, tra le pietre, aveva nascosto 12 dosi di eroina. La sostanza stupefacente ed il denaro ritrovati in quella circostanza, furono sottoposti a sequestro. Casaluce fu arrestato e condotto in carcere in attesa di processo ed ora è stato condannato per spaccio di sostanze stupefacenti.