« Torna indietro

Corse clandestine in moto, blitz della Polizia. Scattano sanzioni e un sequestro

Pubblicato il 2 Dicembre, 2021

Arrivano i poliziotti e mettono fine al loro raduno e alla possibilità di corse clandestine in moto. Le strade salentine, così come stiamo raccontando sempre più spesso negli ultimi mesi, sono diventate teatro quasi abituale, purtroppo, di incidenti, troppo spesso mortali. Anche per prevenirne altri, quindi, gli agenti del Commissariato di Polizia di Nardò si sono subito dati da fare quando hanno ricevuto diverse segnalazioni circa un presunto raduno non autorizzato di motociclisti che si stava svolgendo nella zona industriale. L’episodio è avvenuto lo scorso 28 novembre in un’area compresa tra Nardò e Galatone, dove si sarebbero potute svolgere delle corse clandestine in moto.

Scongiurata l’ipotesi delle corse clandestine in moto, i motivi delle sanzioni

Giunto sul posto, l’equipaggio della Polizia Stradale di Lecce ha notato un folto gruppo di ragazzi, tra cui diversi centauri, i quali, alla vista delle pattuglie della Polizia, hanno cominciato a dileguarsi, prendendo direzioni diverse. Alcuni veicoli sono stati comunque fermati e dal successivo controllo, a mezzi di varia cilindrata e conducenti, sono scattate le sanzioni previste dalle violazioni delle norme del Codice della Strada. Tra queste violazioni figurano: l’eccessiva inclinazione della targa da risultare illeggibile nei controlli a distanza, la mancanza dei dispositivi di direzione e degli specchietti retrovisori. In seguito è scattato anche il sequestro di un veicolo per mancanza della copertura assicurativa. Nel corso di quest’attività sono stati complessivamente controllati 9 ragazzi e contestate 4 infrazioni al codice della strada, oltre al sequestro del mezzo. 

Skip to content