« Torna indietro

Operatori sanitari, che indossano tute protettive mediche e mascherine, al lavoro nella terapia intensiva dell'Ospedale Sant'Orsola di Bologna, 12 novembre 2020. Ieri in Italia è stata superata la soglia dei 600.000 casi attualmente positivi, tra casi in isolamento domiciliare, ricoverati con sintomi e in terapia intensiva. Questo dato è importante perché, un'epidemia si definisce 'fuori controllo' nel momento in cui i positivi superano l'1% della popolazione e ieri, oltre ad aver sperato il milione di casi da inizio pandemia, in Italia è stato superata questa soglia di popolazione attualmente con infezione da Sars-Cov-2. Ansa/Max Cavallari

Covid in Puglia, 8.333 nuovi contagi e 7 decessi. In crisi le terapie intensive

Pubblicato il 20 Gennaio, 2022

La situazione Covid in Puglia continua a segnalare un trend molto negativo in termini di nuovi contagi ed occupazione di posti letto nei reparti Covid degli ospedali. Continuano a crescere giorno dopo giorno, intanto, i nuovi casi positivi e la percentuale di vaccinati nella nostra Regione può far tirare, solo in parte, un sospiro di sollievo. I dati del consueto bollettino epidemiologico regionale odierno redatto dal Dipartimento Promozione della Salute parlano di 8.333 nuovi casi positivi a fronte dei 63.243 tamponi processati. Il rapporto tra i due dati, quindi, fa emergere un non incoraggiante 13%, circa, di tasso di positività. Nel report odierno registrati, purtroppo, anche sette decessi. I nuovi casi Covid in Puglia sono così suddivisi provincia per provincia: 2.764 a Bari, 934 nella Bat, 761 a Brindisi, 1.269 a Foggia, 1.437 a Lecce, 1.061 a Taranto, 62 residenti fuori regione, 45 di provincia in via di definizione. Le persone attualmente positive in Puglia sono 133.483.

Covid in Puglia, i dati dell’occupazione dei posti letto

Il dato che più preoccupa, tra tutti quelli riguardanti il Covid in Puglia, però, è l’aumento dei ricoveri nei reparti Covid degli ospedali pugliesi. Sono 691 i pazienti ricoverati in area non critica e 63 quelli in terapia intensiva. Puglia e Basilicata, purtroppo, fanno registrare un triste primato. Sono le uniche regioni italiane, infatti, dove i ricoveri dei pazienti gravi, e quindi le terapie intensive, hanno subito un aumento nell’ultima settimana, 14% nel primo caso e 4% per i lucani. Oggi, intanto, è scattato l’obbligo di Green pass anche per parrucchieri ed estetisti.