« Torna indietro

Cuccioli abbandonati all’ingresso del canile, condannata 47enne

Cani legati alla catena, malnutriti e poco curati. Sono arrivate delle importanze sentenze in passato, ora ne arriva una per alcuni cuccioli abbandonati davanti all’ingresso di un canile. Continua a crescere la sensibilità, anche a livello legale, per il maltrattamento di animali domestici. L’ultima condanna è arrivata per un 47enne di Porto Cesareo che è accusata di avere lasciato cinque cuccioli di cane dentro una scatola di cartone senza acqua né cibo, davanti all’ingresso del canile di Copertino. Il giudice Bianca Todaro del Tribunale di Lecce ha inflitto all’imputata un’ammenda di 4mila euro per il reato di abbandono di animali. La donna è stata anche condannata al risarcimento del danno in favore di Enpa. Risarcimento che ammonta a 5mila euro, oltre al pagamento delle spese legali.

Cuccioli abbandonati, le telecamere incastrano la 47enne

cani sessa aurunca

L’Ente nazionale protezione animali attraverso l’avvocato Enpa, Claudia Ricci e l’avvocato Vincenza Raganato di Enpa Rete Legale a Lecce, si era costituito parte civile. L’imputata, assistita dagli avvocati Anna Maria Ciardo e Claudia Protopapa, potrà presentare ricorso in Appello. In base alla ricostruzione degli inquirenti, il 16 agosto del 2018, la donna dopo avere lasciato i cuccioli abbandonati all’ingresso del canile, si è prima voltata indietro, ed è poi risalita in macchina. La 47enne è stata però incastrata dalle immagini delle telecamere di sorveglianza.

x