« Torna indietro

Disordini dopo la sconfitta, arriva il Daspo per due dirigenti salentini

Pubblicato il 11 Aprile, 2022

A seguito dei fatti accaduti sul campo di gioco durante l’incontro di calcio Nardò-Gravina, del 13 febbraio scorso, valevole per il Campionato Nazionale di serie D,  gli Agenti del Commissariato di Polizia di Nardò, su disposizione del Questore di Lecce, hanno notificato la misura di prevenzione del Daspo ad un 54enne ed un 41enne entrambi dirigenti della società di calcio neretina. Le misure di prevenzione sono state emesse in quanto i loro comportamenti, nel corso del citato incontro di calcio, sono stati considerati pericolosi per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Daspo per due dirigenti del Nardò, rabbia dopo la sconfitta

Sulmona, bottiglie rotte come arma: Daspo Willy a un giovane

In particolare, i comportamenti ritenuti in violazione della normativa vigente in materia di condotte illecite, cosiddette “da stadio”, sono state scatenate a causa di decisioni del direttore di gara non condivise dalla tifoseria e dalla dirigenza granata. Poi c’è stata la sconfitta della squadra di casa che ha fatto traboccare ulteriormente un vaso già colmo. Per tale circostanza, al termine delle procedure di rito, venerdì scorso, 8 aprile, è stata notificata la misura di prevenzione del Daspo della durata di due annial 42enne, mentre in data odierna, la medesima misura, ma della durata di un anno, è stata notificata al 54enne.