« Torna indietro

Fedez

Fedez si commuove all’incontro con il leader della sua band preferita (VIDEO)

Pubblicato il 20 Maggio, 2022

Felice come un bambino. O come il tipico fan sfegatato di una star della musica, di quelli che arrivano a piangere per l’emozione solo al pensiero di poterli vedere dal vivo anche soltanto per un fugace istante. Un po’ quello che succede anche a lui, che di certo non è privo di ammiratori e ammiratrici. Adesso, però, è lui quello coi lacrimoni di gioia…

Fedez

Fedez ha incontrato Mark Hoppus, bassista dei suoi amatissimi Blink 182, band punk di cui da sempre si è detto fan sfegatato.

YouTube video

I due sono stati a cena a Milano come Fedez ha mostrato in varie storie e foto che hanno testimoniato l’emozione del rapper milanese, che ha cominciato a sentirsi col bassista americano quando si è ritrovato in ospedale ad affrontare l’operazione per il tumore, un percorso che ha affrontato anche lo stesso Hoppus, che lo scorso anno svelò sui suoi social di essere nel pieno della chemioterapia: “Negli ultimi tre mesi sono stato sottoposto a chemioterapia per un tumore. Ho il cancro. Fa schifo e ho paura, e allo stesso tempo ho la fortuna di avere dottori incredibili, famiglia e amici che mi aiutano a superarlo”. Pochi mesi dopo, però, aveva comunicato di non avere più il cancro.

Fedez

Alcune foto a cena, altre in piena piazza Duomo, i video prima dell’incontro e quelli in cui ripete a memoria i dialoghi all’interno dell’album live della band americana: “Credo sia la serata più assurda della mia vita. Chi mi conosce sa quanto sono fan dei Blink 182, uscire a cena con Mark Hoppus dei Blink già era un sogno, però diciamo che oggi ha assunto un significato diverso perché io e Mark ci siamo scritti da quando ho scoperto di avere il tumore visto che anche lui ha avuto un’esperienza simile e dal giorno prima dell’operazione ci siamo scritti e oggi ci siamo visti a cena e mi ha voluto regalare questo ciondolo, questa spilla, che hanno solo lui Tom DeLonge e Travis Barker e mi ha voluto donare la sua e vi confesso che ho pianto come un bambino”.