« Torna indietro

Fedez malato: in lacrime, lo annuncia sui social

Fedez parla di nuovo della sua malattia: “oggi giornata importante”

Fedez lo ha annunciato, in una storia pubblicata su Instagram: oggi 22 marzo sarà “una giornata importante”. Come è noto, era il 17 marzo quando il rapper aveva reso pubblico di avere un problema di salute, che lo avrebbe portato a un percorso impegnativo. Fortunatamente, la diagnosi sarebbe arrivata abbastanza presto

Pubblicato il 22 Marzo, 2022

Fedez lo ha annunciato, in una storia pubblicata su Instagram: oggi 22 marzo sarà “una giornata importante”. Come è noto, era il 17 marzo quando il rapper aveva reso pubblico di avere un problema di salute, che lo avrebbe portato a un percorso impegnativo. Fortunatamente, la diagnosi sarebbe arrivata abbastanza presto.

Fedez: “I miei amici che hanno fatto di tutto per tenere alto il morale”

Nelle ultime ore, Fedez ha ringraziato le persone che gli “hanno scritto in questi giorni, mandando tanta positività“. Il suo pensiero si rivolge in special modo alla moglie, Chiara Ferragni:è sempre al mio fianco, giorno e notte“. Ha aggiunto: “Grazie alla mia famiglia e ai miei amici, che hanno fatto di tutto per tenere alto il morale”. I ringraziamenti non sono finiti: “Grazie alle nostre due stelle (Leone e Vittoria, ndr) che riescono a creare una magia senza nemmeno rendersene conto: darmi la forza di affrontare tutto questo“.

Fedez per qualche giorno è stato lontano dai social

Il rapper ha scritto di nuovo sui social il 19 marzo, perché festeggiava i 4 anni di suo figlio Leone: “Tanti auguri amore mio, oggi voglio solo dirti grazie. Grazie per aver riempito di gioia questi 4 anni insieme, grazie per avermi fatto crescere come persona più di quanto io possa aver fatto con te. Il tempo vola, ma io ti tengo stretto più che mai“.

Fedez. “Sono a rischio sclerosi multipla”

Sul Nove era in corso la trasmissione ‘La Confessione’  il 5 dicembre del 2019, quando il cantante aveva affermato: “Mi è stata trovata una cosa chiamata demielinizzazione nella testa, sono a rischio sclerosi multipla“. Non abbiamo dichiarazioni più recenti Fedez in argomento: sarà più preciso quando si riterrà pronto.

Il 17 marzo il rapper aveva parlato semplicemente di “un percorso importante che dovrò fare e che mi sento di raccontare. Non ora, non in questo momento in cui mi sento di stringermi alla mia famiglia e ai miei figli”.

Ma cosa sono le malattie demielinizzanti?

Le malattie demielinizzanti sono patologie del sistema nervoso caratterizzate da demielinizzazione, processo che porta alla progressiva degenerazione delle guaine mielitiche che avvolgono e isolano le fibre nervose. La demielinizzazione può essere alla base di varie malattie demielinizzanti, tra cui sclerosi multipla, neurite ottica, malattia di Schilder e sindrome di Guillain-Barré.

Demielinizzante significa perdita delle guaine mielitiche, che avvolgono e isolano la maggior parte delle fibre nervose. Di norma, la distribuzione discontinua di questi strati di mielina permette un notevole aumento della velocità di trasmissione dei segnali elettrici con cui comunicano i neuroni, in quanto gli impulsi saltano da un nodo di Ranvier all’altro, lungo le fibre nervose.  

Un focolaio di demielinizzazione provoca diminuzione della velocità di conduzione del segnale nervoso, determinando una disfunzione neurologica che si rende evidente per sintomi come: disturbi sensoriali, problemi di vista, spasmi muscolari e problemi alla vescica.

Se alla degenerazione della guaina mielinica si aggiunge un danno assonale, la comunicazione tra i neuroni rallenta progressivamente, fino alla perdita definitiva del controllo nervoso. Ciò accade perché la mielina persa viene sostituita attraverso proliferazione reattiva di cellule della glia con una cicatrizzazione che porta a stiramento e frammentazione degli assoni. Quando l’assone non è ancora leso la riparazione è possibile, in quanto la mielina può rigenerare; se subentra un danno assonale, invece, il recupero è difficile e può compromettersi anche l’intero neurone.

I sintomi e la progressione delle malattie demielinizzanti variano ampiamente. Purtroppo, non esistono cure specifiche, ma diverse strategie terapeutiche possono essere attuate per gestire le malattie demielinizzanti con successo e rallentare la progressiva demielinizzazione. La diagnosi e i trattamenti precoci possono spesso migliorare la prognosi e ridurre l’ulteriore perdita di guaina mielinica.

(Fonte https://www.my-personaltrainer.it/salute/malattie-demielinizzanti.html)

x