« Torna indietro

femminicidio

Femminicidio, sarà istituita Commissione parlamentare: “Sbaglia chi pensa sia una questione di donne, è essenzialmente di uomini”

Pubblicato il 24 Novembre, 2022

“Sbaglia chi pensa sia una questione di donne, è essenzialmente una questione di uomini”.

Così il presidente del Senato Ignazio La Russa in Aula al Senato nel corso dell’esame del ddl per l’istituzione di una commissione bicamerale di inchiesta sul fenomeno del femminicidio nonché su ogni forma di violenza di genere. 

Approvazione unanime per l’istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio, nonché su ogni forma di violenza di genere. Il provvedimento ha avuto 139 voti favorevoli, nessun contrario e nessun astenuto.

All’approvazione segue un lunghissimo applauso dell’Assemblea. Si aspetta ora il via libera della Camera affinché la commissione inizi a lavorare.

“Il femminicidio – ha proseguito il presidente La Russa – è un fenomeno criminale estremamente complesso, una grave violazione dei diritti umani. E’ un fenomeno che spesso nasce dall’ignoranza e dall’intolleranza e che si alimenta nelle disparità che ancora esistono nelle famiglie, nelle scuole e in ogni ambito della nostra società. Ed è anche figlio di una cultura, per fortuna non nostra, di matrimoni combinati e che punta a a condannare chi si ribella”.

Il presidente del Senato ha poi ricordato che dall’inizio dell’anno sono 125 le donne uccise in Italia, “di cui 108 in un contesto familiare o affettivo”. Si tratta di “una ogni tre giorni”, ha sottolineato.

L’Aula del Senato ha osservato un minuto di silenzio “in ricordo di tutte le vittime”.

“Domani – ha annunciato La Russa – mi recherò dove è stata uccisa una donna venuta in Italia da lontano, dall’Ucraina, e ha trovato a Fano la morte per femminicidio”. 

“Va salutata con soddisfazione la decisione per questa legislatura di passare da una commissione monocamerale a una bicamerale perché dimostra ancora di più e ancora meglio la volontà concorde di affrontare il problema per cercare se non di risolverlo almeno di limitarlo al minimo per poi debellarlo completamente – ha sottolineato il presidente del Senato – I lavori di questa commissione cominceranno al più presto e confidiamo molto. E’ un segnale di unità e di coesione istituzionale. Lavorare insieme contro ogni forma di odio, di discriminazione e ingiustizia per offrire ad ogni donna a ogni persona vittima di violenza una reale opportunità di riscatto e di libertà”.

Skip to content