« Torna indietro

Finlandia nella Nato, commento shock di Orsini

Pubblicato il 23 Aprile, 2022

Sui social è di “tendenza”. Perché l’argomento origina dibattiti, polemiche, plausi, ansia. Reazioni contrastanti che sfociano pure nel sospetto che si tratti di una bufala della propaganda non si sa di bene di quale parte. Perché farebbe comodo a entrambi gli schieramenti farla circolare. E a tal proposito, ecco pure un commento shock di Alessandro Orsini…

“E fu così che la Finlandia verrà sventrata”, scrive su Twitter il professore opinionista di Carta Bianca.

Insomma, stiamo riferendoci al Parlamento finlandese che ha votato a favore dell’adesione del paese alla Nato, così come viene rilanciato da tutte le agenzie che si affidano a quel che riportano diversi media, tra cui Ateo Breaking.

Il ministro degli Esteri Pekka Haavisto aveva ribadito nei giorni scorsi quanto fosse importante che la Finlandia e la Svezia decidessero sull’adesione alla Nato più o meno in contemporanea, in riferimento a possibili reazioni della Russia.

Una scelta che non piace ovviamente a Mosca: con l’ingresso di Helsinki tra gli Alleati, ha minacciato nei giorni scorsi il vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo, Dmitri Medvedev, “non sarà più possibile parlare di status non nucleare nel Baltico. L’equilibrio dovrà essere ripristinato”.

Da tempo si parlava del possibile ingresso della Finlandia nell’Alleanza atlantica. L’annuncio formale da parte della premier Sanna Marin è giunto sull’onda della preoccupazione che, fuori dalla Nato, quello che Mosca ha fatto con l’Ucraina possa ripetersi un’altra volta.  

Si tratta di un evento impensabile fino all’anno scorso, come aveva già avuto modo di dire il Segretario Generale per gli Affari Esteri Matti Anttonen in un incontro con la stampa all’ambasciata di Finlandia di tre settimane fa. E’ uno sviluppo che segue il cambio di opinione nella maggior parte della popolazione dopo l’inizio del conflitto tra Russia e Ucraina.

Per quanto riguarda la Svezia, Stoccolma presenterà la richiesta al vertice della Nato in programma per il 29 e 30 giugno a Madrid. L’obiettivo della premier Magdalena Andersson, scrive Svd, è che il Paese entri nell’Alleanza a giugno di quest’anno.

E il commento di Orsini non è l’unico che si scaglia contro la novità. Eccone alcuni: “Non è vera la notizia (che si viene rilanciata) che il parlamento della #Finlandia ha votato a favore dell’adesione alla Nato. Fa parte di strategia di propaganda via social”, “Quì dal confine vedo solo renne russe fare l’amore con quelle finlandesi…..sono più intelligenti di noi……………. #Finlandia“,” #Finlandia Leggete qui Riporta i titoli di giornali all’estero e non parlano di adesione, la notizia è infondata. I giornali italiani devono vendere, fanno solo titoli da clickbait privi di fact checking”, “Sta girando un’infografica a sostegno di tale notizia: la #Finlandia avrebbe aderito alla #NATO. Fake news. La discussione non è neanche approdata in Parlamento. Eppure nella trappola sono cascati diversi giornali italiani importanti. Effetti collaterali della caccia ai clic”.