« Torna indietro

L'ospedale di Latina

Il sars-coV2 fa di nuovo paura. Al Goretti di Latina si prepara un altro reparto covid

Pubblicato il 20 Ottobre, 2020

Una fila di ambulanze con pazienti covid davanti all’entrata del pronto soccorso dell’ospedale Goretti di Latina.

Una scena da mostrare a tutti gli scettici, ai negazionisti e a coloro che “non ce ne’ coviddì”… Il covid c’è, ed in provincia di Latina la situazione sta di nuovo sfuggendo di mano.

Ieri altro record di contagi, 81 in un solo giorno. Si dirà: e grazie, con tutti i tamponi che stanno facendo… E meno male che li fanno. In questo momento non ci si può permettere di ignorare il problema facendo finta che non ci sia. Non lo stanno facendo, per fortuna, le autorità sanitarie perché l’aumento dei casi coincide con un aumento, drastico, delle persone che hanno bisogno del ricovero, e l’ospedale di Latina, per questo, va in sofferenza.

Per cercare di farsi trovare pronti ad un autunno che si preannuncia di fuoco, la dirigenza dell’ospedale sta attivando un ulteriore reparto covid, al quarto piano. La cosa, ovviamente, porta con se eventi a cascata, con trasferimento di pazienti in altri ospedali, chiusura (temporanea si spera) parziale o totale di alcuni servizi ed il coinvolgimento delle altre strutture sanitarie della provincia. Come ad esempio l’ospedale di Terracina, dove dovrebbe essere trasferito il reparto di Otorinolaringoiatria. A Formia, invece, sarà previsto il trasferimento dei pazienti di rianimazione-terapia intensiva necessari alla disponibilità di posti letto intensivi Covid del Goretti. E così via.

Farsi trovare pronti, questo il mantra che si sente ripetere, in questi giorni, nelle stanze e nei corridoio dell’ospedale pontino. Ed il personale, medico e infermieristico, già trema all’idea di dove vivere un autunno ed un inverno nelle condizioni in cui si è vissuta la scorsa primavera…

Skip to content