« Torna indietro

Vigili del fuoco intervengono a Cotronei per l'incendio di tre autovetture

Notte di fuoco nel Salento. Dà fuoco ad un’auto e poi fugge in monopattino, caccia al responsabile

Ancora una notte di fuoco nel Salento. Dopo l’incendio fortuito che ha coinvolto un automobilista nella giornata di ieri, tornano i roghi dolosi e gli atti intimidatori. Sono addirittura due i casi di auto incendiate nel giro di poche ore nella notte appena trascorsa. In uno dei due casi, l’autore del gesto è stato addirittura immortalato dalle telecamere. I due episodi sono avvenuti rispettivamente a Surbo e San Cassiano. Nel primo caso è stata presa di mira una Golf Volkswagen di un operaio, 47enne del posto. L’incendio è stato appiccato in via Einaudi, nel paese nord salentino, quando erano da poco passate le due. Un individuo a volto coperto si è avvicinato alla vettura, l’ha cosparsa di benzina e poi le ha dato fuoco. Lo sconosciuto, a cui si dà la caccia, si è poi allontanato con un monopattino elettrico. I carabinieri della Compagnia di Lecce, che sono intervenuti sul posto, hanno acquisito le immagini delle videocamere di sorveglianza presenti in zona e, dopo aver analizzato i filmati, si sono messi alla ricerca del responsabile del gesto. I militari hanno anche ascoltato il proprietario del mezzo per cercare di capire eventuali motivazioni del gesto doloso. Sul posto dell’incendio sono intervenuti anche i vigili del fuoco che hanno domato il rogo. Le fiamme hanno danneggiato la parte anteriore dell’auto rimasta coinvolta nella notte di fuoco nel Salento.

Notte di fuoco nel Salento, l’episodio di San Cassiano

residui vegetali

La notte di fuoco nel Salento, però, non è terminata qui. A distanza di un paio d’ore, infatti, un’altra auto è stata avvolta dalle fiamme a San Cassiano. Il rogo ha interessato una Fiat Grande Punto di proprietà di un 22enne del posto. La vettura era parcheggiata in via Poggiardo. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno domato il rogo, ma l’auto ormai era completamente incenerita e distrutta. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Maglie che hanno svolto i rilievi del caso alla ricerca di tracce per poter risalire alla natura del gesto. Al momento non si esclude nessuna ipotesi e non è ancora chiaro se l’incendio sia doloso o meno.

x