« Torna indietro

Perquisizioni in tutta Italia contro No Vax e No green pass: 17 persone nei guai

Si tratta dei più radicali affiliati al canale Telegram “Basta dittatura”

Nelle prime ore di questa mattina una serie di blitz in tutta Italia sono stati effettuati dalle forze dell’ordine contro i No Vax e i No Green Pass: 17 i provvedimenti presi nei confronti dei più radicali affiliati al gruppo Telegram “Basta dittatura”.

I reati di cui vengono accusati a vario titolo sono di istigazione a delinquere con l’aggravante del ricorso a strumenti telematici e di istigazione a disobbedire le leggi, le indagini sono state disposte dalla procura di Torino.

Gli inquirenti hanno spiegato che i provvedimenti sono stati mossi nei confronti di chi ha esasperato i toni arrivando a parlare di una “nuova marcia su Roma”, “impicaggioni”, “fucilazioni” e “gambizzazioni”.

L’operazione ha interessato ben 16 città: Ancona, Brescia, Cremona, Imperia, Milano, Pesaro Urbino, Pescara, Palermo, Pordenone, Roma, Salerno, Siena, Treviso, Trieste, Torino e Varese. Il tutto sarebbe nato dal diffondersi, proprio su quel canale Telegram, dell’indirizzo della casa romana del premier Draghi, sotto la quale i No Vax e i No Green Pass si erano dati appuntamento per protestare. Manifestazioni però, sedate sul nascere tramite il rafforzamento delle misure di sicurezze.

x