« Torna indietro

Putin

Vladimir Putin scampato a un attentato

Pubblicato il 23 Maggio, 2022

Il presidente russo Vladimir Putin sarebbe scampato ad un attentato dopo l’inizio della guerra in Ucraina.

Putin
Putin e il presidente bielorusso Alexander Lukashenko

Lo sostiene Kyrylo Budanov, capo dell’intelligence del ministero della Difesa ucraino, secondo quanto riportano diversi media ucraini tra cui l’Ukrainska Pravda.

“C’è stato un tentativo non molto tempo fa. Si tratta di un’informazione non pubblica e di un tentativo assolutamente fallito. Ma è successo davvero circa 2 mesi fa”, ha detto Budanov.

Escalation militare, nel frattempo, nel Donbass.

Il Cremlino lancia l’attacco alla regione di Lugansk. 

Le forze russe, intanto, stanno sminando l’acciaieria Azovstal a Mariupol, avverte il ministero della Difesa di Mosca.

“I genieri russi effettuano ricognizioni ingegneristiche e bonificano i terreni dell’acciaieria da ordigni esplosivi”, dice il ministero annunciando che oltre 100 ordigni esplosivi sono stati distrutti in due giorni.

Tutti i prigionieri dell’Azovstal detenuti nel Donetsk saranno processati.

Ma “non si può discutere la possibilità di scambio” dell’oligarca Medvedchuk, che “non è un militare, con chi ha lasciato l’Azovstal”, dice il Cremlino.

Intanto Kiev interviene sulla vicenda del piano di pace presentato dall’Italia.

“Qualsiasi piano di pace –  ha detto la prima viceministra degli Esteri ucraina, Emine Dzhaparova – che non preveda la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina non è un piano sostenibile”.

“La Russia ha ucciso almeno 4.600 civili in Ucraina dal 24 febbraio, inclusi 232 bambini”, ha riferito la procuratrice generale ucraina, Iryna Venediktova, sottolineando che il bilancio non tiene conto dei dati dei territori occupati dai russi.