« Torna indietro

Ancora una rapina in città. Aggrediscono conoscente, lo minacciano con un coltello e gli rubano 800 euro. Arrestata una coppia

Pubblicato il 24 Dicembre, 2021

Non solo le due ai danni di altrettanti titolari di attività commerciali avvenute nella notte. Un’altra rapina in città si è verificata nel pomeriggio di ieri e ha visto come protagonista una coppia, uomo e donna, che è stata riconosciuta, fermata ed arrestata. La rapina a Lecce è avvenuta in un appartamento situato in Viale della Libertà. La vittima dell’aggressione, delle minacce e del furto è stato un 74enne, un conoscente della coppia di rapinatori. L’anziano uomo, intorno alle 14 di ieri pomeriggio, ha sentito suonare al citofono. Dopo aver aperto la porta, è stato aggredito di prepotenza da un uomo ed una donna. I due, dopo averlo assalito e strattonato, lo hanno derubato di 800 euro, somma che il 74enne custodiva in casa. La donna, mentre il compagno rovistava all’interno dell’appartamento, minacciava la vittima con un grosso coltello. La vittima dell’ennesima rapina in città ha subito lanciato l’allarme al 113. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Squadra Mobile e della Sezione Volanti della Questura di Lecce.

Rapina in città, arrestati in flagranza i due malviventi

Il 74enne è rimasto ferito durante la colluttazione e, nella testimonianza ai poliziotti, ha confermato di conoscere gli autori solo con il nome di battesimo, ma, nello stesso tempo, è riuscito a fornire una descrizione dettagliata dei due che ha permesso agli investigatori di individuarli, anche perché già noti alle forze dell’ordine. La donna, Fiorentina Calcagnile, 34enne già gravata da precedenti di Polizia, è stata rintracciata nella sua abitazione, in zona 167 a Lecce. Durante l’arresto ha inveito contro gli agenti e ha cercato di impedire la perquisizione, all’interno della propria abitazione, anche anche aizzandogli contro due cani. L’uomo, Massimo Calò, 49enne pluripregiudicato, è stato individuato intorno alle ore 17:00 in zona Piazza Palio. Le operazioni di perquisizione e ricerca, purtroppo, non hanno portato al recupero della somma di denaro sottratta durante la rapina in città. I due sono stati arrestati in flagranza di reato con l’accusa di rapina aggravata in concorso, lesioni, minacce e resistenza a Pubblico Ufficiale e, d’intesa con il Pubblico Ministero di turno presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Lecce, associati presso la Casa Circondariale di “Borgo San Nicola” a Lecce.