« Torna indietro

rapina pistola

Spari tra le strade di Caivano, residenti terrorizzati si barricano in casa

Agguato in via Atellana, due persone ferite.

Pubblicato il 8 Aprile, 2022

Ieri nell’area nord di Napoli si è verificato l’ennesimo agguato. L’episodio si è verificato a Caivano dove due persone sono state ferite e una di queste è grave.

Verso le 18,30 circa, i sicari sono entrati in azione nel rione delle palazzine popolari Iacp di via Atellana. Al momento dell’azione criminale, gli abitanti delle palazzine hanno cercato rifugio all’interno delle proprie case.

Vittime dell’agguato sono stati Roberto Alfio Maugeri e Alessandro Maugeri. Zio e nipote, entrambi già noti alle forze dell’ordine. I due uomini, dopo l’agguato, sono stati subito soccorsi e trasportati all’ospedale San Giovanni di Dio di Frattamaggiore e poi trasferiti al Cardarelli di Napoli.

Uno dei due è considerato vicino ad un clan dell’area Nord e questo agguato potrebbe essere inserito proprio nelle tensioni in atto negli ultimi mesi. Va però detto che gli inquirenti al momento non escludono nessuna pista e stanno lavorando per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti.

Le parole di Don Maurizio Patriciello, parroco di Caivano: “Signore, non permettere che il male prenda il sopravvento”

L’agguato è avvenuto in una zona che è considerata la “succursale” dello spaccio di droga del Parco Verde. E ancora una volta la voce di don Maurizio Patriciello, che è finito sotto scorta dopo le recenti minacce, si alza proprio dal difficile quartiere.

Sui suoi canali social, il parroco, ha commentato così l’ennesimo agguato: “Ancora un agguato nel nostro paese. Ancora si spara a Caivano. Due uomini sono rimasti feriti. Volgi, Signore, il tuo sguardo su di noi. Non permettere che il male prenda il sopravvento. Padre Maurizio Patriciello”.

Solo pochi giorni fa don Patriciello ha ricevuto nuove minacce, benché gli sia stata assegnata la scorta. Questo episodio dimostra che la camorra non ha intenzione di tacere e anzi è più sanguinaria che mai.

x