« Torna indietro

Vladimir Luxuria alza la voce: Giornata Internazionale contro l’Omofobia senza una legge

Vladimir Luxuria contesta l’assenza di una legge contro l’omofobia.

Pubblicato il 17 Maggio, 2022

Il tema dell’omofobia fa discutere e Vladimir Luxuria, sempre in prima linea per la difesa dei diritti degli omosessuali, ha sferrato tutto il suo attacco mediatico contro l’assenza di una legge.

“Allargare la legge Mancino”

Ai microfoni di Adnkronos Luxuria ha detto come la Giornata Nazionale contro l’Omofobia si continui a celebrare in assenza di una legge e come basti per tappare il buco l’allargamento all’orientamento sessuale della legge Mancino, che prevede già di suo un aggravante per chi incita o commette atti di violenza legati alla nazionalità, all’etnia e alla fede religiosa. Oltre a ciò è stato detto anche come si voglia costruire un mondo in cui a vergognarsi debbano essere quelli che odiano.

Non finire nella deriva della Russia

In seguito è stato rivolto anche un attacco ai parlamentari che non volevano la legge Zan sottolineando come se si sottovalutasse il fenomeno di arriverebbe a pericolose derive. Proprio queste ultime cose potrebbero portare a situazioni come quelle vissute in Russia, nella quale esiste una legge voluta da Putin che si chiama Legge Contro la Propaganda e che vieta l’uso del termine omossessuale in presenza di un minorenne. Putin viene quindi definito da Luxuria un modello da non imitare.