« Torna indietro

Will Smith, arriva la punizione esemplare dell’Academy

Arriva la sanzione per Will Smith che non potrà partecipare agli Oscar per 10 anni, poiché l’Academy award lo ha messo al bando.

Pubblicato il 9 Aprile, 2022

Il Board dei Governatori dell’Academy è formato da luminari di Hollywood, come Steven Spielberg e Whoopi Goldberg: si è riunito ieri 8 aprile via Zoom e ha discusso le “conseguenze” dello schiaffo in diretta in direzione della guancia del comico Chris Rock, nel corso della diretta degli Oscar. Questo gesto era dovuto a una battuta in direzione della moglie di Will Smith, Jada Pinkett Smith.

Come è stato stabilito, non sarà possibile a Smith partecipare agli eventi organizzati dall’Academy: lo hanno annunciato il presidente David Rubin e la Ceo Dawn Hudson. L’attore si è dimesso dall’Academy la scorsa settimana.

L’Oscar a Will Smith non è stato revocato

Secondo le decisioni del Board, l’Oscar che l’attore ha vinto il 27 marzo non è stato revocato: ha interpretato il ruolo del padre delle sorelle Williams nel film “King Richard – Una famiglia vincente“.

Le spiegazioni dell’Academy

L’Academy, in una lunga nota, ha motivato la sua decisione: “La 94esima edizione degli Oscar doveva essere una celebrazione dei tanti protagonisti nella nostra comunità che lo scorso anno hanno svolto un lavoro incredibile; tuttavia, quei momenti sono stati oscurati dal comportamento inaccettabile e dannoso che abbiamo visto esibire sul palco da Smith”.

La decisione del board dei governatori dell’Academy e la risposta di Will Smith

Per il prossimo decennio Will Smith non potrà partecipare agli Oscar.

E’ stata questa la decisione del Board dei Governatori dell’Academy, di cui fanno parte luminari di Hollywood come Steven Spielberg e Whoopi Goldberg, che si e’ riunito per discutere le “conseguenze” per lo schiaffo in diretta che il neo-premiato ha sferrato a Chris Rock durante la diretta degli Oscar. 

Smith non potra’ neanche partecipare ad alcun evento organizzato dall’Academy per il prossimo decennio, ma il Board ha deciso di non revocare l’Oscar vinto dall’attore il 27 marzo.

Will Smith ha risposto immediatamente: “Accetto e rispetto la decisione”.

Perché Will Smith si è ribellato 

Nella notte degli Oscar Chris Rock aveva ironizzato sulla testa rasata di Jada Pinkett Smith, che in passato aveva reso pubblica la sua battaglia contro l’alopecia. Ecco perché è scattato lo schiaffo, cui sono seguite le scuse di Will Smith, in un post su Instagram. Sono seguite le critiche in direzione dell’Academy, che non aveva revocato l’Oscar e aveva permesso all’autore del gesto di parlare a lungo sul palco.

x