« Torna indietro

Per i pratesi pioggia di cartelle esattoriali a fine agosto-inizi settembre

Cartelle imu, Tasi e tributi locali in arrivo: tregua finita. Le multe sono state le uniche ad essere sempre state inviate senza pietà , per gli altri tributi locali c’era stato un armistizio causa Covid. Alla fine dell’estate però, (fine agosto inizi settembre ) è previsto l’invio di cartella esattoriali realative al quinquennio 2015-2019 , quelle anteriori a questo periodo sono ormai inesigibili.
La tassa più evasa risulta essere quella dell’IMU, un’entrata che al comune frutta più di 40 milioni di euro all’anno e l’evasione in media si aggira sul 10% annuo.  Sori , relativamente all’IMU nel 2019 ha emesso accertamenti per circa 10 milioni di euro e pare che anche per il 2020 l’importo sarà più o meno quello.

La riscossione coattiva, quella che scatta dopo che i solleciti non hanno ottenuto nessun effetto sui debitori, e quindi ingiunzioni e pignoramenti per le cartelle emesse dagli agenti della riscossione, dall’Agenzia delle entrate e dagli enti previdenziali sono fermi e dovrebbero ripartire a per decisione governativa dopo il primo di settembre.

In questi casi l’evasione principale riguarda la tassa sui rifiuti Tari , ogni anno l’evasione di questa tassa si aggira fra i sette e gli otto milioni di euro. Per la Tari le richieste di pagamento dovrebbero arrivare verso la fine dell’anno, andandosi tra l’altro a sommare al pagamento delle bollette Tari del 2020. 

Edizioni