« Torna indietro

casi

Covid, bollettino regionale ligure e aggiornamenti cluster Savona

Covid, bollettino regionale ligure e aggiornamenti cluster Savona

CovidNelle ultime 24 ore, stando ai dati diffusi dal bollettino regionale Alisa-ministero, si sono registrati 15 nuovi casi, che portano il totale da inizio emergenza a 10.139 (+15), di cui 1.268 individuati da test di screening o contact tracing e 8.871 in pazienti sintomatici.

Le persone attualmente positive sono 1.157 (-5), di cui 29 (-2) in ospedale (0 in terapia intensiva), 170 quelle in isolamento domiciliare (+6). I guariti non più positivi sono 7.416 (+19) e i deceduti 1.566 (+1, una donna di 74 anni morta a Sarzana). I tamponi totali effettuati finora sono 177.278 (+1.927 nelle ultime 24 ore).

Gli ospedalizzati sono così divisi: Asl1 = 10, Asl2 = 7, San Martino = 1, Asl3 Villa Scassi = 7, Galliera = 1, Asl4 = 2, Asl5 = 1. Gli attualmente positivi per residenza sono così distribuiti fra le province: IM = 91 (+5), SV = 139 (+10), GE = 753 (-22), SP = 23 (-1), fuori regione = 54 (+0), altro o in fase di verifica = 97 (+3). Infine le sorveglianze attive (contatti di positivi) sono 1.546: Asl1 = 22, Asl2 = 1.131, Asl3 = 255, Asl4 = 51, Asl5 = 87.

Covid: aggiornamento cluster Savona

Ad oggi sono 71 i positivi correlati al cluster savonese, 5 in più rispetto a ieri. In totale sono 60 i clienti del ristorante o loro contatti risultati positivi, a cui si aggiungono otto dipendenti e tre operatori sanitari dell’Asl2 contatti di altri operatori sanitari clienti. Eseguiti circa 2040 tamponi, di questi ne sono stati refertati 1500. Dal rilevamento del cluster i tamponi eseguiti, giorno per giorno, sono stati: 50 giovedì 16 luglio, 50 venerdì 17; 250 sabato 18; 450 domenica 19; 350 lunedì 20; 250 martedì 21, 300 mercoledì e 190 giovedì 23 luglio. Le persone in isolamento cautelativo sono 1650; restano cinque gli ospedalizzati, tutti in buone condizioni.

Cluster Savona: la dichiarazione del presidente ligure Toti

“L’attenzione resta alta ma il cluster savonese ha dimostrato la grande capacità del sistema sanitario ligure di applicare il metodo delle tre T fondamentali in questa fase: Testare più persone possibile con i tamponi, Tracciare i contatti dei casi positivi per testarli e isolarli dalla comunità e, infine, Trattare i malati con l’assistenza ospedaliera o domiciliare coordinata. E ne aggiungo anche un’altra che è la Tempestività con cui siamo intervenuti – dichiara il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – Di questo ringrazio i nostri sanitari, la task force di Alisa e la Asl2 per il grande lavoro svolto che ci permette di andare avanti con serenità sulla nostra strada della ripartenza in sicurezza, fondamentale per tutti”.

Edizioni