« Torna indietro

Trovato in mare il corpo di Giovanni Coco, ex dirigente comunale accusato di corruzione

Ritrovato in mare davanti a Giardini Naxos il corpo di Giovanni Coco, 64enne ex dirigente del Comune di Taormina accusato di corruzione. Il suo caso andrà a processo – per il quale aveva chiesto il patteggiamento – il 17 settembre. Il corpo è stato recuperato ieri dai subacquei del nucleo carabinieri vicino agli scogli nel nel porto di Giardini Naxos. Coco risultava scomparso da un giorno. Per avere certezza delle cause della morte bisogna attendere i risultati dell’autopsia. L’inchiesta che lo vedeva coinvolto riguarda la riscossione crediti della fornitura d’acqua. Il reato di cui era accusato è quello di corruzione. Si ipotizza che abbia preso una tangente di 25 mila euro. L’inchiesta è quella che coinvolge  l’avvocato Francesco La Face, che era stato incaricato dal Comune di riscuotere i crediti dai morosi, ed è basata sulle ipotesi di reato di peculato e corruzione per aver intascato le somme dovute per la fornitura dell’acqua.

Edizioni

x