« Torna indietro

Castanea Summer Games, si risveglia lo spirito sportivo e ludico della comunità

Vincitore ufficiale, il “miglior giocatore” dei Castanea Summer Games, è Nicholas Amagliani. Ma tutti i partecipanti – dicono gli organizzatori, i giovani del Movimento Nuova Castanea – meritano un premio per l’entusiasmo e la partecipazione

A Castanea, il villaggio della zona nord di Messina, c’è un vincitore ufficiale, il “miglior giocatore” tra tutti quelli che si sono presentati al Campo da tennis tra il 25 e il 28 agosto per i Castanea Summers Games, ed è Nicholas Amagliani, componente del team Lumpa’s Fool, la squadra peraltro che ha vinto il torneo di pallavolo, il più partecipato seguito e “tifato” della quattro-giorni.

Ma il premio se lo sono meritati tutti. Tutti i circa 200 cittadini di Castanea che, tra giocatori e “tifosi”, hanno partecipato a ciascuna delle serate. Tutti i tantissimi bambini che ogni pomeriggio si sono divertiti tra giochi con la palla e giochi ad acqua. Se lo sono meritato per due motivi. Il primo è che hanno rispettato le severe restrizioni imposte dalle norme anti COVID. Il secondo è che sono stati così entusiasti che, se si fosse potuto, i Summer Games avrebbero raddoppiato le giornate, con tante nuove squadre che sull’onda dell’opportunità si sono formate e si sarebbero iscritte. E se i giochi per i bambini sono stati rigorosamente gratuiti, i tornei invece prevedevano una iscrizione che era, di fatto, una compartecipazione alle spese.

E così, il commento finale degli organizzatori dei Games – i giovani del Movimento Nuova Castanea, un’associazione che per statuto è composta esclusivamente da under 30 anni – è che in qualche modo, grazie alla collaborazione e alla condivisione, questi Games 2020 hanno saputo risvegliare uno spirito ludico di comunità che da troppi anni s’era perso. I giochi di quartiere a squadre per decenni hanno infatti fatto parte della storia dell’estate a Castanea, ma da tempo non si erano più realizzati. E anche se l’appuntamento di questa estate non avrebbe potuto eguagliare quelli degli anni più gloriosi, con tornei che si susseguivano per più di una settimana e squadre composte praticamente da tutti i residenti e da molti dei vacanzieri, è anche vero che si è spezzato il circolo vizioso dei mesi estivi trascorsi senza iniziative di comunità, e anzi lo si è spezzato così bene che adesso la voglia di stare e fare insieme è ancora più grande. Non per caso, ieri sera, la piazza di Castanea ha ospitato un’altra manifestazione, quella “Musica in società” che la Società operaia locale ha organizzato con il patrocinio del Comune di Messina,  il complesso bandistico del villaggio, la Parrocchia di Castanea e, appunto, il “Movimento Nuova Castanea“,  per onorare la memoria dei morti per COVID.

Edizioni