« Torna indietro

Padova, parte la campagna informazione contro il Covid: vaccino gratuito contro l’influenza

Il Comune di Padova ha avviato una campagna d’informazione per invitare la popolazione alla vaccinazione contro la consueta influenza invernale e contro lo pneumococco. Dai prossimi giorni un apposito volantino informativo sarà recapitato in tutte le famiglie padovane. Con l’avvicinarsi dell’autunno si farà più concreta la diffusione di virus influenzali diversi dal Covid-19, ma che con esso hanno in comune alcuni sintomi. E’ importante quindi cercare di limitare al massimo la diffusione dell’influenza stagionale vaccinandosi per tempo.
Vaccinarsi contro l’influenza è un’azione di responsabilità verso sé stessi e verso gli altri: anche la comune influenza infatti può provocare complicazioni che nei soggetti più anziani e fragili, possono essere anche gravi. Tutelare la propria salute è sempre un’azione positiva, ma quest’anno, vaccinarsi significa anche essere responsabili verso gli altri. Proprio perché molti sintomi dell’influenza sono sovrapponibili a quelli del Covid, avere meno persone con l’influenza facilita la diagnosi differenziale da parte dei medici e contribuisce a non intasare i nostri pronto soccorso e reparti ospedalieri. Ricordiamo che il vaccino è gratuito per numerose categorie professionali e per le persone sopra i 60 anni ( gli anni scorsi era per le persone sopra i 65 anni) e per tutti i bambini dai 6 mesi ai 6 anni e di età superiore se affetti da patologie a rischio.
Il vaccino sarà disponibile verso la fine di ottobre e potrà essere somministrato presso gli ambulatori dei medici di medicina generale, presso i pediatri, e nelle sedi vaccinali dei distretti sanitari. L’avvio della campagna, orari e sedi saranno pubblicati sul sito www.aulss6.veneto.it e il Comune indirizzerà per tempi i cittadini a consultare questo canale di informazioni. Un altro vaccino importante, consigliato dai medici è quello contro lo pneumococco che può provocare gravi conseguenze tra le persone oltre i 65 anni, quelle senza milza o affette da malattie croniche come insufficienza renale o cardiaca e diabete. Anche per queste categorie di popolazione la vaccinazione autunnale è fortemente consigliata.
Il sindaco di Padova sottolinea: “Le istituzioni hanno il dovere di rafforzare con gli strumenti a loro disposizione gli sforzi immensi che medici, operatori sanitari e autorità sanitarie stanno compiendo per battere il Covid19. Come Sindaco raccomando ai padovani di fidarsi sempre e solo della scienza e delle competenze, non cediamo per nessuna ragione a complottismi, negazionismi o strane teorie. Dobbiamo tutti continuare a fare del nostro meglio affinché la situazione sia mantenuta sotto controllo e la nostra comunità protetta. Il virus c’è e fa ancora ammalare, talvolta purtroppo fa ancora morire. Ecco perché abbiamo intrapreso questa campagna informativa alle porte di un autunno che si presenta complesso. Bisogna perseverare nei comportamenti individuali corretti, se si hanno sospetti bisogna rivolgersi alla sanità con fiducia nelle modalità previste e senza perdere tempo. Anche sul vaccino antinfluenzale e su quello contro lo pneumococco dobbiamo seguire i consigli dei sanitari: è un anno più difficile degli altri serve ancora più responsabilità verso se stessi e verso chi ci sta accanto. Questi due vaccini sono consigliati dall’ULSS e io li consiglio con loro e appena disponibile me lo farò somministrare io stesso come spero faranno tutti, specialmente quelli che rientrano nelle categorie per le quali è assolutamente raccomandato. Padova, città di scienza, si mobilità per dare una mano a battere il Covid. Sulla salute non si bada ai voti ma solo al bene della città».

x