« Torna indietro

Bella prova del Città di Comiso contro lo Sporting Eubea | Day Italia News Ragusa

Bella prova del Città di Comiso contro lo Sporting Eubea

L’ASD Città di Comiso esordisce come meglio non poteva contro la corazzata di Licodia

L’Asd Città di Comiso mostra subito i muscoli e alla prima dura giornata di campionato, lancia un messaggio chiaro e univoco: ci siamo anche noi. I verdearancio hanno giocato bene trovando la segnatura già nel primo tempo con Giovanni Assenza.

Poi si sono fatti raggiungere nella ripresa, ma senza darsi per vinti. Ecco quindi che con brio ed un buon gioco, riescono a fissare il punteggio sul classico 2-1 con il solito Ousman Bojang (foto di copertina).

Lo Sporting Eubea non era una squadra facile da domare, assolutamente rognosa, dotata di buone individualità. Però i padroni di casa hanno dato vita a un match pressoché a senso unico esclusa la rete subita.

“Vogliamo fare i complimenti ai ragazzi – chiariscono dallo staff tecnico – perché hanno giocato dimostrando di avere ben chiaro in mente quello che volevamo. Diciamo che la partita è stata preparata in un certo modo e, per quello che abbiamo visto in campo, il team è stato capace di interpretare tutto nella maniera più adeguata.

Siamo stati molto efficaci, soprattutto quando si è trattato di dare profondità alla manovra. Una partita d’esordio assolutamente perfetta. Certo, ci sono margini di miglioramento. Ma nessuno, ieri, avrebbe avuto da ridire se avessimo realizzato due-tre gol in più.

Comunque, va bene così. Era importante partire con il piede giusto e portare a casa i tre punti. Una iniezione di fiducia cruciale in vista dei prossimi impegni che dovranno farci capire se quella di ieri con lo Sporting Eubea è stata vera gloria”.

E il diesse Alessandro Nifosì? Anche lui si ritiene soddisfatto, al di là del risultato maturato sul campo, dalla prestazione della squadra.

“C’è stata la volontà di giocare bene – sottolinea il diesse – e si è visto subito. Abbiamo manovrato con grande determinazione. E, poi, siamo riusciti pure a metterla dentro.

Certo, avremmo potuto pure finalizzare altre occasioni e, in futuro, dovremo dimostrare di essere più cinici perché è opportuno apprendere che nessuno ti regala niente. Sprecare troppo, alla fine, potrebbe essere controproducente. Non è stato questo il caso, per fortuna. Bene così. Adesso guardiamo avanti e ci impegneremo per assicurare continuità a questa bella prova di forza”.

x