« Torna indietro

Girardi e Lorenzetti

Legnago: chiavi della città all’ospedale Mater Salutis. Girardi: “Presto un presidio tamponi in tutti i Comuni”.

Si è svolta ieri al Wild Park di Legnago la Festa organizzata da Pro Loco e Amministrazione comunale per ringraziare tutto il personale ospedaliero che durante la pandemia ha lavorato senza sosta. 

Il Sindaco Graziano Lorenzetti ha consegnato al Direttore generale dell’Ulss9, Pietro Girardi, le chiavi della città. Girardi ha ricevuto l’onorificenza in rappresentanza di tutti i dipendenti dell’Ospedale Mater Salutis di Legnago. 

All’evento erano presenti il Presidente della Pro Loco Cesare Canoso, promotore della Festa, il Vice-sindaco Roberto Danieli, l’Assessore alle Attività Economiche Nicola Scapini

Canoso al microfono, alla sua destra il Sindaco Lorenzetti, alla sinistra Scapini.

Presenti rappresentanti della Casa di Riposo di Legnago e medici ed infermieri dell’Ospedale Mater Salutis.

“Abbiamo vissuto un periodo difficile che speriamo non torni più”, ha detto il Sindaco, “Ringraziamo tutti gli operatori che hanno dato il massimo per il territorio e per la salute delle persone. Esprimiamo la nostra gratitudine alla struttura ospedaliera con un gesto significativo qual è quello della consegna delle chiavi”.

Le Chiavi della Città

“Ricordo momenti terribili passati di notte in un camper cercando di reperire i farmaci per le terapie intensive”, ha commentato Girardi dopo aver ricevuto l’onorificenza a nome dell’ospedale, “E la gente non lo sapeva. Abbiamo affrontato prove inimmaginabili. Vorrei ringraziare chi ha sacrificato le proprie giornate, persino la Pasqua, per salvare vite umane. Ringrazio soprattutto tutte le persone che hanno aiutato non per lavoro, ma donando il proprio cuore”. 

“Oggi abbiamo 50 contagi al giorno”, ha continuato Girardi, “Stiamo registrando i contagi di chi è andato in vacanza. Finora abbiamo fatto 5mila tamponi e abbiamo trovato solo 5 bambini positivi. Ma tra poco arriverà l’influenza e non saremo in grado di fare così tanti tamponi. Il protocollo va cambiato. Il nostro obiettivo è avere un presidio in tutti i Comuni. Con i Sindaci ci accorderemo per trovare nuove forze per fare i tamponi. Già a Caprino e Isola della Scala apriremo un punto test Covid a breve. L’unico modo ora per combattere il Covid è rispettare le 3 regole chiave: distanziamento, mascherina e igienizzazione delle mani”. 

“Ci voleva questa festa, ne avevamo bisogno”, ha commentato Elena Ioana Danciulescu, infermiera di Ortopedia al Mater Salutis, “E’ bello vedere che qualcuno ti ringrazia e si ricorda te, che non sei solo un numero o un operatore ma una persona come le altre con una famiglia da proteggere. Durante la pandemia ho avuto molta paura, ma ora il peggio è passato”. 

L’infermiera Elena Ioana Danciulescu con il marito

“Questa festa è stato un bel gesto per tutti noi”, ha  concluso Nicoletta Saggioro, infermiera del reparto Dialisi. “I contagi stanno ricominciando ma ora siamo preparati”.

Il presidente della Pro Loco Cesare Canoso con l’infermiera Nicoletta Saggioro
x