« Torna indietro

circoli genova

Genova, dietrofront su centri culturali e circoli: possono restare aperti fino alle 21

Genova, dietrofront su centri culturali e circoli: possono restare aperti fino alle 21

Liguria – E’ scattata, ieri, 16 ottobre, dalle 12, il via libera all’apertura fino alle 21 dei centri culturali e sociali e dei circoli ludico ricreativi anche nelle zone di GENOVA individuate dall’ordinanza n.68/2020. È quanto prevede l’ordinanza n.71/2020 firmata ieri dal presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, ad integrazione alla precedente. L’apertura è vincolata al rigoroso rispetto sia delle linee guida per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative approvate dalla Conferenza delle Regioni sia delle ulteriori misure per i circoli culturali e ricreativi adottate con l’ordinanza 45/2020 che, nel rispetto del distanziamento sociale, autorizzava il gioco delle carte e la consultazione di giornali e quotidiane secondo specifiche prescrizioni.

Per il gioco delle carte sono obbligatori l’igienizzazione frequente delle mani e delle superfici utilizzate, il distanziamento fisico di almeno un metro tra i giocatori dello stesso tavolo e, se svolto in locali chiusi, l’uso della mascherina; per la lettura di quotidiani e giornali sono obbligatori l’uso della mascherina e l’igienizzazione della mani prima e dopo la manipolazione. Le misure rimangono in vigore fino alle 24.00 del 13 novembre 2020.

Edizioni