« Torna indietro

strade

Sindaco Velardi: “abbiamo capito le strade vanno fatte a regola d’arte”

Ritorna il problema delle strade. Cambia l’anno ma la situazione relativa alla manutenzione e alla realizzazione delle stesse, non cambia mai.

O, almeno, fino a questo momento.

Infatti, le piogge continue di questi giorni hanno provocato ulteriori e anche gravi danni al manto stradale in diversi punti di Marcianise.

Per questa ragione il primo cittadino di Marcianise, Antonello Velardi annuncia alla sua comunità che “sono diverse le segnalazioni che sono giunte da voi cittadini. Nonostante il giorno festivo, siamo in strada da stamattina con i tecnici e gli addetti della ditta di manutenzione stradale per interventi urgenti e per rimuovere i pericoli più evidenti, coordinati dall’assessore Francesco Tartaglione”.

Le situazioni più complicate sono, riferite in particolare a via Galdieri, via Piave e via De Paulis.

strade

“In quest’ultimo caso, – prosegue Velardi – avevamo sistemato una transenna per segnalare una buca pericolosa: nel giro di due ore la transenna è sparita, non riusciamo a capire chi l’abbia rubata”.

E la denuncia di anni di malgoverno viene rappresentata dal sindaco Velardi secondo cui:”i casi segnalati sono l’effetto di lavori fatti male e/o di manutenzione inesistente per diversi anni. Metteremo delle pezze, è il caso di dirlo, ma diventa molto complicato intervenire con lavori radicali di ristrutturazione”.

E arriva anche il riconoscimento di quanto compreso e cioè che le strade vanno rifatte a regola d’Arte.

strade

“Certo, abbiamo capito che in futuro la tenuta e il rifacimento delle strade – spiega il sindaco – deve avvenire in un modo completamente diverso, a regola d’arte. E che occorre rivoluzionare gli uffici tecnici, luoghi dove deve tornare il principio dell’efficienza”.

E arriva anche la promessa, proprio in merito al ritorno del principio dell’efficenza: “applicheremo questo principio già nel corso dei lavori che interesseranno quest’anno una trentina di strade cittadine, – conclude e promette Velardi – coinvolte nei progetti sulle fognature e sui grandi assi viari. Stesso criterio per le strade cittadine che saranno rifatte con fondi comunali vincolati, a cominciare dai proventi del tutor che nel corso dell’ultimo anno sono stati utilizzati per non altri meglio precisati lavori comunali a noi tuttora ignoti perché ce li hanno nascosti”.

Probabilmente come dicono i detti antichi, “meglio tardi che mai”.

Edizioni

x