« Torna indietro

centri vaccinali

Johnson and Johnson: la Fda (Usa) autorizza l’uso in emergenza del vaccino monodose

Johnson and Johnson, un passo in avanti per arrivare vicino a noi: la Food and Drug Administration (Fda) statunitense ha autorizzato l’uso in emergenza del vaccino monodose. E’ il terzo vaccino approvato negli Stati uniti, dopo quelli di Pfizer-BioNTech e di Moderna. La J&J ha promesso di fornire agli Stati Uniti 100 milioni di dosi del suo vaccino entro la fine di giugno. Queste si aggiungeranno alle 600 milioni di dosi su cui si sono impegnate Pfizer-BioNTech e Moderna entro la fine di luglio. Nel complesso ci sarebbero quindi abbastanza dosi per coprire ogni americano adulto

Anche l’agenzia europea per il farmaco (Ema) potrebbe dare la sua approvazione e iniziare la distribuzione già alla fine di marzo o a inizio aprile.

Johnson and Johnson, sperimentazione Usa: efficacia del 72%

Il vaccino Johnson and Johnson ha dimostrato di avere nella sperimentazione clinica negli Usa un’efficacia del 72%.  
“Il nostro vaccino contro il SARS-CoV-2 ha dato luogo ad una forte risposta anticorpale e ha fornito una protezione completa o quasi completa con una singola dose“, ha sottolineato Paul Stoffels, Vice Presidente del Comitato Esecutivo e chief scientific officer di Johnson and Johnson, sottolineando la peculiarità del siero prodotto dall’azienda rispetto a tutti gli altri. Una produzione di vaccini che parte dal New Jersey e arriva in Belgio, passando dall’Olanda e dall’Italia. È la rete industriale su cui poggia la Johnson and Johnson, il terzo gruppo farmaceutico pronto con un vaccino anti-Covid approvato dalla Fda.  (fonte: Ansa, Agi)

Edizioni

x