« Torna indietro

PD in risposta a Leonardo Martini

PD in risposta a Leonardo Martini

Caro Leonardo Martini, inutile distorcere la cronaca dei fatti per giustificare una evidente incapacità di governo del Quartiere.

La realtà ci consegna una fotografia ben diversa, supportata dalle conversazioni avvenute nelle chat del consiglio di Quartiere che dimostrano non solo la volontà del Presidente Martini di ignorare le richieste dell’ opposizione ma soprattutto il tentativo di umiliare il principio di rappresentanza.

Veniamo ai fatti allora, in notevole ritardo, rispetto ai tempi previsti dai regolamenti comunali, riceviamo la proposta di convocazione per la discussione del bilancio.

Il consigliere di Rifondazione, l’unico tra noi che ha impegni lavorativi, chiede cortesemente di escludere alcune date e indica la sua disponibilità per altre. Casualmente, tutti i consiglieri che fino ad allora si erano messi a disposizione senza avanzare eccezioni, iniziano ad accampare scuse per impegni “improrogabili” evidenziando in modo arrogante la volontà di non assecondare tali richieste.

Dopo vari tentativi da noi avanzati nella ricerca di una soluzione condivisa, riceviamo la convocazione ufficiale per il giorno contestato, evidentemente inascoltati. Solo allora abbiamo scelto di far prevalere la logica dei numeri perché è l’unica azione consentita alle opposizioni quando vengono ignorate.

Ricordiamo a tutti che nel quartiere Salivoli, le forze che rappresentano i partiti di maggioranza, non hanno i numeri per adempiere al loro mandato. Lo stesso Martini, è stato eletto presidente con l’assenso delle opposizioni, convinte che anche per questo motivo, avrebbe provato a condividere un percorso nell’interesse dei cittadini.

Così non è stato da subito, ne prendiamo atto e continueremo, a portare le nostre istanze nel consiglio di quartiere se e quando ci sarà permesso.

I consiglieri di Quartiere Gruppo PD Gruppo Anna per Piombino

x