« Torna indietro

Coronavirus, Speranza: “Con le misure abbiamo salvato migliaia di vite” Foto: Roberto Speranza- ministro della Salute

Indici in calo, Puglia verso la zona gialla

Per ben due settimane è stata una speranza che poi si è trasformata in una semplice illusione, ora la zona gialla tanto agognata per la Puglia sembra poter diventare finalmente realtà. Bisognerà comunque aspettare domani quando l’Istituto di Sanità Superiore e la Cabina di Regia del Ministero della Salute si riuniranno, come di consueto di venerdì, per analizzare tutti i dati e rifare le mappe delle varie colorazioni a cui sottoporre i vari territori regionali del Paese. Ad ogni modo, questa sembra davvero essere la volta buona: la Puglia dovrebbe passare dalla zona arancione alla zona gialla e vedere finalmente ridotte al minimo le restrizioni negli spostamenti dei suoi abitanti e per le aperture dei propri commercianti.

Puglia in zona gialla? Ecco i dati

La settimana che verrà presa in considerazione nel monitoraggio della Cabina di Regia del Ministero della Salute nella riunione di domani, sarà quella che va dal 29 aprile al 6 maggio e che, quindi, si chiude oggi. Una settimana che ci racconta di 170 casi ogni 100mila abitanti, dato mai così basso negli ultimi 67 giorni. Ecco, perché questa volta la zona gialla sembra essere davvero vicina e dovrebbe cominciare da lunedì 10 maggio. Rispetto al precedente periodo di monitoraggio, i casi in Puglia sono calati del 21%, mentre l’incidenza è passata da 214 a 170. Il tasso di positività, al netto di qualche estemporanea impennata, è in flessione. Negli ultimi sette giorni il rapporto tra tamponi e positivi non ha mai raggiunto il 10%, ed è a una media del 7,8%. Dati che raccontano di un incidenza del virus che comincia a dare tregua e che potrebbero finalmente riportare la Puglia in zona gialla.

x