« Torna indietro

Roma, nasce la biblioteca digitale gratuita per i clienti del trasporto pubblico

Una biblioteca digitale gratuita che attraversa tutta la città, a disposizione dei clienti del trasporto pubblico di Roma. Nell’ambito dell’iniziativa “e-L.OV. Leggere Ovunque” di Roma Capitale, Atac ha sviluppato il progetto “+Viaggi +Leggi” in collaborazione con Forum del Libro, Biblioteche di Roma, l’Associazione Liber Liber e Clear Channel Italia. 

I passeggeri in attesa alle fermate o nelle stazioni della metropolitana potranno scaricare gratuitamente su smartphone o tablet centinaia di titoli da scegliere tra libri, audiolibri e brani musicali. Sulla rete di trasporto romana verranno pubblicati oltre 18.000 QRCode che corrispondono ad altrettanti punti di accesso alla biblioteca, alla quale i viaggiatori potranno accedere per scaricare i titoli gratuitamente e senza limiti di quantità. I titoli saranno disponibili per i prossimi sei mesi e poi verranno sostituiti da nuovi. 

Sono molto orgogliosa di questa iniziativa. Nel quartiere di Tor Bella Monaca, nel Municipio VI, a febbraio scorso avevamo inaugurato la prima biblioteca e-L.OV. e oggi il progetto si amplia arrivando sulla rete di trasporto pubblico romano, alle fermate degli autobus, sulla metropolitana. Si potranno scaricare gratuitamente centinaia di e-book. L’obiettivo è quello di allargare la platea di lettori e rendere la cultura sempre più accessibile e a disposizione di tutti” dichiara la Sindaca di Roma Virginia Raggi

Con questa iniziativa diamo una connotazione originale alla nostra rete, che diventa come una biblioteca virtuale. Offrire ai clienti un servizio culturale gratuito è un modo per ricordare a tutti la funzione pubblica del trasporto, che non vuol dire soltanto muovere milioni di persone, ma significa anche offrire servizi di qualità, che migliorano l’esperienza del trasporto. La lettura è un’ottima compagna di viaggio ma ancor più è una fonte di ispirazione, specie per le nuove generazioni. E ci piace pensare che questo nostro “invito alla lettura” possa rappresentare un contributo alla costruzione e diffusione della cultura tra i giovani e non solo” commenta l’Amministratore Unico di Atac, Giovanni Mottura.

I passeggeri potranno consultare i titoli delle biblioteche on air, sui pannelli delle pensiline alle fermate degli autobus, a bordo di alcuni treni della linea A e B della metropolitana, nelle apposite bacheche dislocate in diverse stazioni della metro C, e sui pannelli dei box dei capolinea dei bus di Termini. Inoltre, nella zona di accesso alla metropolitana della stazione Termini, i viaggiatori troveranno una biblioteca digitale con più di trecento titoli, tra cui due sezioni speciali dedicate rispettivamente a Dante e a Trilussa e i poeti romaneschi.

La scelta dei titoli è ampia e le sezioni proposte sono per tutti i gusti e per tutte le fasce d’età: letteratura italiana, classici da tutto il mondo, classici per ragazzi, la sezione dedicata alla scrittura delle donne, poesia, teatro, audiolibri, musica sinfonica e da camera, saggi d’arte e di viaggi.

Atac ha inoltre dedicato ai viaggiatori due sezioni speciali: i “Libri da viaggio”, pensati per chi si muove con i mezzi pubblici in città, con tempi di lettura che corrispondono alla durata media di un viaggio su metro e autobus, e i “Libri in lingua” per comunità straniere che sempre più numerose utilizzano i mezzi di trasporto. I testi proposti sono in inglese, francese, spagnolo, bengali e rumeno. Le lingue sono state scelte dopo aver analizzato la distribuzione dei numerosi abbonati stranieri.

Edizioni

x