« Torna indietro

comuni

Guida alla scelta del mutuo più adatto

Scegliere il mutuo migliore sul mercato tra i tanti presenti, che non vuol dire necessariamente ottenere il prodotto più conveniente ma mettere le mani su un finanziamento adatto alle proprie esigenze con caratteristiche specifiche. Un mutuo d’altra parte rappresenta una scelta fondamentale nel corso della vita e comporta un impegno a lunga scadenza.
Ecco perché quando lo si sceglie è bene mettere sul tavolo tanti elementi da confrontare, spesso legati a sigle che possono generare confusione. Vediamo una breve guida alla scelta del mutuo, aiutandoci con quanto riporta il sito di economia Denaro24News.

  1. Soggetto erogante: è, ovviamente, la base di tutto. Scegliere qual è il soggetto erogante al quale affidarsi. Ogni istituto bancario ha le proprie condizioni ed offre servizi diversi se confrontati: è importante ricordare, come di diceva, che un mutuo è una relazione lunga che si va ad instaurare con un istituto bancario. Proprio in virtù di questo è bene scegliere in modo oculato ed affidarsi anche alle note agenzie di rating che misurino il rapporto che intercorre tra i mezzi propri della banca e le attività ponderate per il rischio.
  2. Taeg: si parla del Tasso annuo effettivo globale, ovvero il parametro che tiene conto non soltanto degli interessi presenti nel Tan (che è invece il Tasso annuo nominale), ma anche delle spese accessorio e di tutti gli altri costi aggiuntivi che devono essere sommati, come nel caso di perizie, spese di istruttoria, incasso rata ed oneri vari. Ecco allora che il Taeg è il primo indicatore da controllar quando si procede alla scelta di un mutuo. 
  3. Spread: un termine diventato di uso comune ormai, visto che può essere utilizzato in diversi contesti sempre riferiti all’economia.Con riferimento al mondo dei mutui lo spread è la percentuale di interesse sul finanziamento che la banca si riserva per il capitale prestato. Un valore che viene misurato in punti percentuali e che è fondamentale per stabilire la convenienza del mutuo di un istituto bancario rispetto ad un altro. 

L’importanza di confrontare: da quanto fin qui detto si evince come sia importante confrontare il più possibile, valutare tanti prodotti alla ricerca di quello che potrebbe essere il più adatto alle proprie esigenze. Oggi, a questo scopo, tornano utili i vari comparatori presenti sul web; anche se è bene ricordare che non necessariamente il mutuo più basso deve essere quello maggiormente conveniente o adatto alle proprie necessità. 

x