« Torna indietro

padre

Follia nel Salento, lo manda in Ospedale dopo una lite. Arrestato 47enne per tentato omicidio

Dopo la vile aggressione di uomo verso una donna di cui vi abbiamo raccontato ieri, ancora follia nel Salento per un’altra lite degenerata nella violenza più brutale possibile. L’episodio è avvenuto nella tarda serata di ieri a Racale in un bar del posto e ha visto protagonisti due uomini. La violenza sarebbe scattata dopo una lite che si era scatenata tra i due. La vittima ha cominciato a litigare con l’aggressore, poi individuato in Roberto Palamà, 47enne del posto già noto alle forze dell’ordine. Quest’ultimo, al culmine della lite, ha cominciato a sferrare calci e pugni verso l’altro uomo, fino a sfilarsi una scarpa antinfortunistica che portava al piede e, con questa, colpirlo in testa con la punta di ferro.

Follia nel Salento. Aggressore in carcere, vittima in Ospedale

Un aggressione talmente brutale, un episodio di vera e propria follia nel Salento che ha costretto la vittima a finire all’Ospedale Vito Fazzi di Lecce, ricoverato nel reparto di Rianimazione. L’aggressore, poi individuato ed arrestato per tentato omicidio dai carabinieri, ha fracassato il cranio alla sua vittima con la scarpa antinfortunistica, oltre che con i calci e i pugni. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 che hanno trasportato la vittima nel nosocomio leccese, dove poi è stato sottoposto ad intervento chirurgico. Al termine delle formalità di rito, Palamà (il 47enne aggressore) è stato condotto nel carcere di Lecce.

x