« Torna indietro

Arenaccia

Arenaccia, gli abitanti dicono stop alla strada della morte. Lanciata una petizione per mettere in sicurezza la viabilità

Nell’ultimo anno si sono verificati 3 incidenti mortali sulle strade dell’Arenaccia, ma raccolta firme mira a mettere in sicurezza le strade.

Pubblicato il 4 Novembre, 2020

É ancora vivo il dolore degli abitanti dell’Arenaccia per la tragica morte di Michele Silenti, il 35enne travolto ed ucciso da un’auto che sfrecciava a forte velocità tra via Arenaccia e Piazza Luigi Poderico. Questa stessa strada è stata purtroppo teatro di altri 2 incidenti mortali quest’anno e di tanti altri negli anni precedenti.

Gli abitanti hanno deciso di far sentire forte la loro voce per porre fine a tante tragedie purtroppo annunciate. Paolo Fusco, abitante dell’Arenaccia molto attivo sul territorio, a nome dei vari comitati civici che rappresenta ha deciso di lanciare una petizione, che può essere firmata online o direttamente presso Piazza Poderico per tutta la settimana dalle 18:30 alle 19:00.

“Michele era un artista” – ci racconta Fusco- “un figlio dell’Arenaccia molto benvoluto nel quartiere. La sua morte ci rattrista molto ma è il momento di scendere in campo. L’arteria principale del quartiere, via Arenaccia, è pericolosissima e sfrecciano auto anche a 100 km/h incuranti dell’incolumità delle persone.

Abbiamo deciso di iniziare la raccolta di firme per una petizione da girare al Comune di Napoli. Abbiamo già rivolto diversi appelli all’Amministrazione Comunale e Municipale in precedenza, ma senza risposta.

Non chiediamo molto, ma semplicemente un piano traffico che metta in sicurezza le strade adiacenti Piazza Poderico. Basterebbero dissuasori, dossi ed una segnaletica verticale ed orizzontale meglio strutturata per evitare tragedie, come quella che ha portato via Michele”.

Skip to content