« Torna indietro

Ilaria Cucchi e Aboubakar Soumahoro candidati per Sinistra Italiana ed Europa Verde

A dare l’annuncio delle candidature di Ilaria Cucchi e Aboubakar Soumahoro sono stati Nicola Fratoianni e Angelo Bonelli.

Pubblicato il 10 Agosto, 2022

Due candidature di eccezione per le elezioni politiche con i partiti Sinistra Italiana ed Europa Verde. Si tratta di Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, e del sindacalista Aboubakar Soumahoro.

L’annuncio di Fratoianni e Bonelli

L’annuncio della candidatura della Cucchi e di Soumahoro è stato dato da Nicola Fratoiannni e da Angelo Bonelli durante una conferenza stampa congiunta. Fratoianni ha detto:A volte le persone, con le loro storie, sono in grado più di tante parole di rappresentare un’idea diversa del Paese che vorremmo. Oggi vi vogliamo dire per chi abbiamo trattato i seggi ‘sicuri’: chi vogliamo portare in Parlamento. Sono due figure che per quel che ci riguarda contribuiscono a raccontare l’Italia migliore, che è in grado di battersi con forza per i diritti di tutti, per la dignità, per la giustizia. Siamo molto fieri di annunciare queste due candidature. Immaginate, immaginiamo, se a guidare questo Paese fosse una persona come Aboubakar”. Bonelli ha invece aggiunto: Ho il piacere di annunciare che ha accettato di candidarsi con la nostra alleanza Aboubakar Soumahoro. Sono molto emozionato, è una figura importante che da tanti anni difende gli invisibili”.

L’importanza della figura di Ilaria Cucchi

Riguardo alla figura di Ilaria Cucchi Fratoianni ha detto parlando anche della lotta per la giustizia nei confronti del fratello Stefano: Ci sono storie di questo Paese che sono state terribili e che però si sono tramutate in battaglie. Ci sono persone che con una storia dura e dolorosa, ma anche straordinariamente potente, hanno contribuito a raccontare a questo Paese che si può cambiare. A partire dalla forza collettiva. Questa donna straordinaria è Ilaria Cucchi, che ringrazio molto per aver accettato la nostra proposta. Anche lei sarà candidata in uno dei nostri collegi. Sì, ho trattato per i collegi. Uno dei nomi per cui ho trattato è quello di Ilaria. Perché è una delle possibilità per raccontare nella prossima legislatura un’altra storia”.