« Torna indietro

Dal grano al pane: i prezzi aumentano 10 volte (torna Jean Valjean?)

Completamente abusivo e senza alcuna autorizzazione, scatta la chiusura per uno storico panificio

Pubblicato il 25 Maggio, 2022

Dopo quanto successo ad alcuni locali della zona negli ultimi mesi, arriva la chiusura per uno storico panificio situato in un comune molto vicino al capoluogo salentino. Era un forno conosciuto da tutti e che sfornava pane e focacce da tantissimo tempo, ma che non aveva alcuna autorizzazione per farlo, nonché completamente abusivo. A scoprirlo sono stati i carabinieri del Nas di Lecce che hanno immediatamente chiesto ed ottenuto dalla Asl Lecce la sospensione dell’attività, evitando così anche eventuali problemi di salute per i cittadini. Il forno in questione, inoltre, svolgeva il suo esercizio giornaliero in una struttura vetusta e fatiscente.

Chiusura immediata dell’attività, ecco i motivi

La chiusura immediata del panificio è scattata dopo un attento controllo degli uomini del Nucleo antisofisticazione e sanità dell’Arma, eseguito nell’ambito di verifiche finalizzate alla tutela della salute dei consumatori. Controlli che hanno permesso di accertare gravi carenze strutturali e conseguenti carenze igienico-sanitarie, nonché l’assenza di qualsiasi autorizzazione o registrazione dello stabilimento alimentare dedito alla produzione e vendita di prodotti da forno. Assenti pure le procedure di autocontrollo. Alla luce di quanto accertato, quindi, e al fine di scongiurare pericoli per la salute pubblica, il Nas ha così contestualmente informato l’autorità sanitaria competente, ottenendo dal Servizio igiene alimenti e nutrizione dell’Asl di Lecce l’immediata chiusura dell’attività. Il valore della struttura ammonta a circa 350.000 euro; per il titolare del forno abusivo, invece, sono scattate sanzioni amministrative per complessivi 3.000 euro.