« Torna indietro

Covid, un hub vaccinale anche a Sezze; la conferma dal sindaco Lucidi

Pubblicato il 28 Gennaio, 2022

Una parte della Casa della Salute di Sezze sarà adibita ad hub vaccinale. A confermare un’indiscrezione che circolava da un paio di settimane sono stati il sindaco di Sezze, Lidano Lucidi, e il presidente della commissione consiliare “Servizi Sociali”, Luigi Rieti, che di concerto con il presidente del consiglio comunale Pietro Del Duca si sono adoperati per far ottenere questo importante risultato e portare in città uno dei servizi sanitari fondamentali nella battaglia contro la pandemia: “Questa mattina Silvia Cavalli, il direttore generale della Asl di Latina, ha firmato l’atto che permetterà di aprire il centro vaccinale nei locali della Casa della Salute. Quello ottenuto – ha spiegato il sindaco Lidano Lucidi – è un risultato importantissimo per la comunità e per l’intero comprensorio e non posso che ringraziare di cuore l’Azienda Sanitaria per aver accolto le nostre richieste, gli 8 medici di famiglia e due medici esterni, senza i quali questa possibilità non ci sarebbe stata offerta”.

L’hub vaccinale di Sezze sarà incluso all’interno della piattaforma di Salute Lazio e a gestirlo saranno inizialmente i medici di famiglia che appartengono all’Ucp (Unità di Cure Primarie), ai quali poi potranno aderire anche medici esterni alle unità.

I camici bianchi di Sezze che hanno dato la propria adesione si avvarranno operativamente anche dell’assistenza da parte delle associazioni di Protezione Civile e di altri volontari che vorranno dare una mano per gestire i flussi e assicurare che vengano rispettate le vigenti normative soprattutto sul distanziamento.

Il consigliere Luigi Rieti sarà il referente del centro ed è lo stesso esponente di Identità Setina a spiegare come si inizierà nelle giornate di sabato, dalle 9 alle 16, iniziando dal prossimo 5 febbraio, per poi valutare di estendere la possibilità di vaccinarsi anche per più giorni: “Si è scelto il sabato perché in quel giorno nella Casa della Salute non sono previste attività ambulatoriali. L’intero percorso è stato creato al pian terreno, il piano di ingresso della Casa della Salute, in cui verrà effettuata l’accettazione con il questionario conoscitivo, la registrazione e la somministrazione del vaccino. Poi i pazienti saranno tenuti in osservazione in un locale adiacente e a questo scopo attrezzato, per poi poter uscire sempre dall’ingresso principale”. L’amministrazione ha accolto favorevolmente questa novità, ha augurato buon lavoro a tutti e spera che tanti cittadini vadano a vaccinarsi.