« Torna indietro

San Donà, studenti protagonisti di uno spot per prevenzione droghe

Pubblicato il 3 Gennaio, 2022

3.1.2022 – Uno spot da un minuto per rendere i giovani consapevoli dei rischi derivanti dal consumo di sostanze stupefacenti. L’iniziativa, pensata dalla Polizia Locale del comune di San Donà di Piave, è frutto del progetto educativo “Scuole Sicure”, sostenuto dalla Prefettura di Venezia.


«Da molti anni la Polizia Locale realizza progetti mirati a sensibilizzare i giovani alla cultura della legalità – spiega Paolo Carestiato, Comandante della Polizia Locale di San Donà di Piave –, mettendo a disposizione delle Istituzioni Scolastiche le esperienze tecnico professionali degli operatori della Polizia Locale.Quest’anno abbiamo voluto andare oltre, rendendo protagonisti veri e propri del progetto gli alunni stessi. Facendoli ragionare sui rischi derivanti dall’uso e abuso di sostanze stupefacenti, e raccontandoli quindi in uno spot emozionale, rivolto proprio ai giovani della loro età».


Il progetto: Gli studenti coinvolti nelle varie fasi progettuali e realizzative appartengono alla classe 3ASC dell’L’istituto Scarpa Mattei di Fossalta di Piave, seguiti da 5 docenti per le fasi di scrittura, ripresa, postproduzione e organizzativa. Dopo i primi incontri, in cui il Comandante Carestiato ha presentato il soggetto ai ragazzi, hanno fatto seguito anche dei momenti di confronto con le educatrici della Cooperativa ‘Insieme si può’ che opera in convenzione con l’ASL, che hanno fornito agli alunni informazioni sulle tipologie di sostanze e i loro effetti.

Dopo questa fase gli studenti si sono messi all’opera sviluppando in prima persona un vero e proprio prodotto da comunicare a 360°, con alunni che si sono cimentati nella recitazione, altri nella realizzazione grafica della locandina ufficiale, altri ancora nelle varie fasi di ripresa, montaggio e backstage.


«Il progetto, oltre che a far collaborare scuola e Istituzioni, è stata un’occasione per la classe di conoscere e comprendere più da vicino gli effetti dell’uso di sostanze stupefacenti – racconta la prof.ssa Donatella Dalla Valle, responsabile della sede dell’IIS Scarpa-Mattei –. Inoltre, ha permesso agli studenti di mettersi in gioco creando un team collaborativo che ha condiviso tutte le fasi del progetto.Il messaggio è stato quindi più diretto, come si evince anche dal loro modo di comunicare, dato che il prodotto finito è completamente frutto degli studenti. Un video chiaro e incisivo, dove l’intento è quello di far capire ai giovani quanto si perda la cognizione dei propri limiti e il contatto con la realtà nell’assumere sostanze stupefacenti».


«L’amministrazione investe continuamente su progetti di prevenzione e contrasto all’uso di sostanze stupefacenti, in particolare tra i giovani – conclude il sindaco Andrea Cereser –. Questa iniziativa, come anche i presìdi organizzati e concordati con le unità cinofile nei pressi degli istituti scolastici, ne sono un esempio. Questo progetto in particolare raggiunge chiaramente l’obiettivo di far conoscere più da vicino ai giovani il fenomeno, che sempre più va arginato con tutti gli strumenti a nostra disposizione, compresi i nuovi mezzi comunicativi a disposizione, fatti dai giovani per i giovani».