« Torna indietro

Scala dei Turchi, dopo lo sfregio parte una petizione per l’inserimento nel patrimonio Unesco

Pubblicato il 19 Gennaio, 2022

C’è chi vuole la Scala dei Turchi come patrimonio Unesco: si parla di avviare l’istruttoria per la promozione (eccellenza geologica, valenza biologica fascia costiera, irripetibilità del paesaggio) ad Area marina protetta. Ne parla su Twitter Vittorio Alessandro (ammiraglio in congedo e giornalista professionista, precedentemente presidente del Parco nazionale delle Cinque Terre, Area marina protetta). E’ noto, peraltro, quanto attiene all’atto di vandalismo che ha riguardato questa meraviglia.

La petizione su Change.org

C’è una petizione su Change.org, che ha raggiunto 1.506 firme. Ecco il testo: “La Scala dei Turchi è uno dei siti più belli della nostra terra. Un tratto di costa, dalla bellezza sconvolgente dal valore inestimabile, uno dei luoghi più incantevoli della Sicilia e dell’Italia che tutto il mondo ci invidia, una vera cartolina.

Si trova lungo la costa tra Realmonte e Porto Empedocle, in provincia di Agrigento, alla quale l’azione millenaria del vento, delle onde e della pioggia hanno conferito la forma di una sontuosa scalinata naturale, levigata e resa luccicante dalla salsedine, caratterizzata dal susseguirsi di ampi gradoni, solchi e terrazze che digradano verso le acque sottostanti.

Si tratta, pertanto, di un sito naturale estremamente affascinante e suggestivo, meta di turisti, anche grazie al panorama circostante che comprende gran parte della costa agrigentina e alla vicinanza dell’antica Eraclea Minoa, cittadina antichissima di cui rimangono alcuni rilevanti resti, tra cui l’antico teatro greco; la celebre scogliera è, inoltre, inserita nel Catalogo regionale dei Geositi di Sicilia ai sensi della Legge regionale 11 aprile 2012, numero 25 e di conseguenza sottoposta a vincoli e a interventi di tutela e valorizzazione: tali peculiarità giustificano ad avviare tutti gli adempimenti e le azioni atte ad inserire tale straordinario sito nella Lista del Patrimonio mondiale dell’Unesco. Di recente è minacciata da crolli e dalle incurie dell’uomo.

Chiediamo con forza di avviare finalmente le procedure necessarie ad avanzare la proposta di candidatura del sito ‘Scala dei Turchi’, in territorio di Agrigento, alla Commissione nazionale italiana per l’Unesco così da addivenire nel più breve tempo possibile all’inserimento della Scala dei turchi nella lista del Patrimonio mondiale culturale e naturale dell’Unesco“. Michele Catanzaro ha lanciato questa petizione e l’ha diretta a Mario Draghi (Presidente del Consiglio dei Ministri) e ad altri decisori.

Farruggia (Pd): “tutta l’area diventi finalmente Area marina protetta, come merita”

Ecco quanto dichiarato lo scorso 9 gennaio dal segretario del circolo del Pd di Realmonte Giorgia Farruggia: ”La Scala dei Turchi è un bene naturalistico unico al mondo, un sito paesaggistico tra i più belli d’Europa ed è per questo che va tutelato e salvaguardato. Alla luce dei fatti accaduti è sempre più chiaro che, per far fronte agli innumerevoli pericoli a cui questo patrimonio viene esposto costantemente, non bastano più le forze del singolo. Insieme al segretario provinciale Simone di Paola, chiediamo al governo regionale che si attivi con un serio progetto di tutela del sito, con azioni tempestive mirate ad attivare protocolli per mettere in sicurezza la scala e preservala da eventuali danni di ogni genere. Chiediamo inoltre che si riprenda l’iter già avviato con un’azione del Partito democratico per far diventare il sito Patrimonio dell’Unesco e che tutta l’area diventi finalmente area marina protetta, come merita”.

x