« Torna indietro

Soccorso senzatetto, offerti vestiti, cibo, riparo (e in tempi di Covid, anche il tampone)

Soccorso senzatetto, offerti vestiti, cibo, riparo (e in tempi di Covid, anche il tampone)

Un senzatetto al quale dare aiuto. Non tutte le sere sono uguali e non tutti i servizi di Polizia si concludono allo stesso modo: almeno per una pattuglia della Polizia stradale, che, qualche sera fa, rientrava da un turno di servizio sul raccordo Firenze-Siena.

Era l’una di notte e i due giovani poliziotti, una donna e un uomo, al termine del servizio erano stanchi; faceva freddo e l’unico pensiero che li accompagnava era quello di tornare a casa a riposarsi in previsione del turno del giorno seguente.

Su viale Strozzi, a pochi metri dalla caserma, qualcosa ha cambiato la loro serata: un giovane senza tetto di origini pakistane, che, tremante dal freddo, stava chiedendo aiuto

Così, messi da parte i progetti personali, lo hanno avvicinato, gli hanno regalato la loro sciarpa, i loro guanti e gli hanno dato da mangiare e da bere.

Poi si sono preoccupati di trovargli una sistemazione per la notte e, attraverso la Polizia ,municipale, sono stati indirizzati presso una struttura per l’accoglienza del Comune di Firenze, dove, però, l’ospite non poteva essere accettato senza un tampone Covid negativo.

I due poliziotti non si sono persi d’animo: si sono recati presso la farmacia notturna della stazione di Santa Maria Novella e, dopo avere acquistato a loro spese un tampone rapido, con il consenso del giovane pakistano e con il supporto dei volontari della Fratellanza militare, hanno effettuato il test, che è risultato negativo. La bella avventura si è conclusa con un lieto alle quattro del mattino: la persona finalmente in un letto caldo e i due agenti di ritorno verso casa, con, nel cassetto, una meravigliosa storia di solidarietà da raccontare ad amici e colleghi. 

x