« Torna indietro

Venezia, genitori In Blue Jeans”, parte la sfida educativa per il benessere delle nuove generazioni

Pubblicato il 7 Febbraio, 2022

L’assessore Besio: “Un evento formativo per scoprire i linguaggi del digitale e contrastare i fenomeni del cyberbullismo”

7.2.2022 – Lunedì 14 febbraio il Cinema Rossini a Venezia ospita il primo evento di “Generazione Blue Jeans”, il percorso educativo itinerante per il benessere digitale delle nuove generazioni promosso in rete dall’assessorato alle Politiche Educative del Comune di Venezia, Fondazione Carolina e TikTok.

Un evento formativo rivolto ai genitori e agli educatori attraverso un format interattivo e dinamico, accompagnato dall’hashtag #SerenissimaRete per permettere a tutti di raccontare in tempo reale, nell’arco dell’evento, la propria visione del web. Un primo passo per abbattere le distanze con la Generazione Z e rispondere ai nuovi bisogni dei ragazzi, che viene lanciato in occasione della Giornata Nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo.

Venezia sarà la prima tappa di questo progetto, a cui seguiranno Roma, Milano, Perugia, Lecce, Cagliari, Genova, Novara e Palermo, in un tour di sensibilizzazione da Nord a Sud che racconterà al Paese un mondo in cui web e social possono far parte della nostra realtà senza necessariamente sostituirla. Un mondo in cui lo strumento digitale – spiegano gli organizzatori – possa essere un volano e non un rifugio; un mondo in cui crescere, anche online, diventi una sfida per tutta la comunità, minori e adulti.

“Il Comune di Venezia è da sempre attento a sensibilizzare sull’uso consapevole del digitale – commenta l’assessore alle Politiche educative, Laura Besio – e in questa occasione abbiamo dato spazio a un racconto diverso, che parlasse ai genitori ma al tempo stesso li facesse diventare protagonisti. L’incontro del 14 febbraio si inserisce nel calendario Crescere la gener@zione digitale, che il Servizio Progettazione Educativa realizza ormai da cinque anni. Con questa consapevolezza dobbiamo guardare ai cambiamenti che coinvolgono anche i nostri ragazzi: senza demonizzare, ma mettendo in moto azioni che ci facciano correre, non rincorrere, a fianco di una società interconnessa. Come ricorda spesso il sindaco Luigi Brugnaro, i cambiamenti epocali che stiamo vivendo saranno positivi o nocivi a seconda di come sapremo affrontarli, perché la tecnologia e il digitale sono realtà che vanno conosciute”.

Un cambio di passo che segna l’azione di Fondazione Carolina, dedicata a Carolina Picchio, prima vittima riconosciuta di cyberbullismo. “Il benessere dei nostri figli passa necessariamente dalla qualità della loro esperienza digitale – spiega il segretario generale della Onlus, Ivano Zoppi – che dipende non solo dalle loro scelte, ma soprattutto dai genitori e da tutti gli adulti con un ruolo educativo, in termini di ascolto, esempio e presenza”. Un presidio educativo che passa necessariamente dai territori; dalla scuola alle associazioni sportive, dagli oratori ai campi estivi.

L’appuntamento è per lunedì 14 febbraio alle ore 17:30 al Cinema Rossini. Nel pieno rispetto delle normative anti-Covid 19 l’accesso sarà consentito solo con Green Pass rafforzato e mascherina FFP2.

Per adesioni, entro il 13 febbraio, contattare il seguente indirizzo email: elena.pegoraro@comune.venezia.it