« Torna indietro

Qualità dell'aria, nuovi interventi

Qualità dell’aria, interventi per gli impianti semaforici e deroghe per moto e ciclomotori

Si riparla di provvedimenti per il miglioramento della qualità dell’aria. Per ora si tratta di una serie di valutazione di possibili soluzioni per una strategia più duratura ed importante per la città di Napoli. La commissione Infrastrutture ha esaminato ed aggiornato la delibera 193 che aggiorna la normativa del 2015 consentendo anche ai motoveicoli e i ciclomotori a noleggio la deroga alle limitazioni della circolazione nelle giornate ecologiche, come richiesto dal consigliere Fulvio Frezza.  Ma non solo. Interventi sono stati sollecitati anche per un piano complessivo degli impianti semaforici in città e per garantire maggiori controlli sul territorio.   

Nella delibera 292 del 5 maggio 2015, con la quale furono stabilite varie prescrizioni per migliorare la qualità dell’aria in città, ha ricordato il consigliere Fulvio Frezza (Misto), che ha richiesto al presidente Simeone la convocazione di oggi, si prevedevano, tra l’altro, le giornate ecologiche, inserendo una serie di deroghe al divieto di circolazione per determinate categorie di veicoli. Tra queste risultava assente quella dei motoveicoli a noleggio, mentre era prevista la categoria degli autoveicoli a noleggio e dei bus turistici.

Qualità dell’aria, più controlli sul territorio

La delibera del 2015, ha spiegato l’assessore all’Ambiente Raffaele Del Giudice, è stata ora integrata da un importante atto deliberativo approvato il 18 giugno: la delibera 193, che aggiorna ed amplia le previsioni della precedente. Si tratta di un atto corredato da studi, riferimenti scientifici e grafici, elementi di grande valore che per la prima volta caratterizzano un provvedimento comunale.  Nell’ambito del programma di azioni tese al miglioramento della qualità dell’aria e dell’ambiente cittadino sono state previste misure volte a sostenere la tutela dell’ambiente attraverso l’incentivazione del trasporto pubblico e della mobilità pedonale e interventi per gli impianti di climatizzazione e le caldaie, con campagne di controllo che mancavano da anni. Si continua così sulla strada delle misure graduali di limitazione della circolazione a determinate categorie di veicoli. 

Qualità dell’aria, la questione del parco macchine vetusto

La città conta un parco autoveicoli vetusto; è necessario intervenire su questo e su altri aspetti, tra cui quello della regolazione degli impianti semaforici, in modo da limitare la fermata delle auto e le emissioni inquinanti. Tali aspetti saranno trattati in un apposito tavolo con gli assessori alle Infrastrutture e alla Mobilità.

La dirigente del Servizio Controlli ambientali e attuazione PAES Emilia Giovanna Trifiletti ha spiegato che nel nuovo atto deliberativo sono state recepite tutte le indicazioni volte a migliorare e aggiornare i contenuti della delibera del 2015, ampliando le azioni da mettere in campo per avere una vera riduzione dell’inquinamento. Tra gli aggiornamenti previsti, molti sono stati quelli inseriti a seguito di un confronto anche con i consiglieri comunali, come nel caso, appunto, della deroga ai divieti di circolazione segnalata da Frezza per la categoria dei motoveicoli e ciclomotori a noleggio. 

Il presidente Simeone ha accolto con favore l’approvazione del nuovo atto deliberativo e posto il problema del controllo sul rispetto dei divieti di circolazione; una questione seria, ha sottolineato, che andrà approfondita con l’assessora titolare della delega alla Polizia Locale.

x