« Torna indietro

Vigili fuoco

Vigili del fuoco

Incendio a Lecce. Aria irrespirabile e fumo intorno a mezzogiorno, ma niente danni

“C’è un incendio a Lecce”. Lo avranno detto in tanti questa mattina, intorno a mezzogiorno quando si sono accorti, dalle loro case o dai loro uffici o posti di lavoro, dell’aria irrespirabile, del fumo denso in città e di una densa foschia che si è propagata anche a causa del forte vento di tramontana che, come spesso in questi ultimi giorni, soffiava forte sul capoluogo salentino. In effetti era tutto vero, ma per fortuna le fiamme non hanno provocato danni seri e sono state spente dal solerte intervento dei Vigili del Fuoco che si sono precipitati sul posto per evitare che le fiamme facessero danni. Il vasto incendio a Lecce è scoppiato per l’esattezza sulla strada provinciale che dal capoluogo salentino conduce alla marina di San Cataldo, luogo in cui non è la prima volta in cui si deve fare i conti con fiamme pericolose ed incendi da neutralizzare.

Incendio a Lecce, i fatti

Le fiamme, come detto, si sono prorogate in fretta anche perché alimentate dal forte vento di tramontana. Da lì a breve hanno preso forza e virulenza ed hanno quasi distrutto un boschetto nei pressi della strada provinciale e di un cantiere che, però, per fortuna non è stato toccato dall’incendio avvenuto a Lecce stamane. Ogni ulteriore danno è stato sventato dall’intervento fondamentale e tempestivo dei Vigili del Fuoco della zona che hanno evitato il peggio. Sono state tante le segnalazioni dei cittadini leccesi che, tra mezzogiorno e l’una, hanno dovuto subire l’aria irrespirabile derivante da quelle fiamme. Altri hanno notato fumo all’orizzonte ed hanno iniziato a preoccuparsi anche per il forte odore di bruciato. Per fortuna, come detto, non ci sono stati danni e Lecce ed i suoi abitanti se la sono cavata con un’oretta di cattivi odori e con un po’ di paura.

x