« Torna indietro

contante

Contante, ecobonus, busta paga e vacanze: cosa cambia da mercoledì 1 luglio

Dalla stretta ai pagamenti in contanti al taglio delle tasse in busta paga per 16 milioni di lavoratori, passando per due dei bonus anti-Covid, vacanze ed edilizia: sono queste le principali novità in arrivo dal primo luglio.

Stretta sul contante

Mercoledì 1 luglio entra infatti in vigore, come stabilito dal decreto fiscale collegato alla legge di bilancio, il nuovo limite all’uso delle banconote che passa da 3.000 a 2.000 euro. Il tutto con l’obiettivo di contrastare l’evasione favorendo i pagamenti elettronici. Da mercoledì dunque – salvo alcuni casi particolari – sarà obbligatorio utilizzare sistemi tracciabili (carte, bonifici ecc. ) per spese superiori a 1.999 euro, che siano tra privati o tra privati ed esercenti. Sanzioni in arrivo per chi non rispetta le norme: si rischia infatti una ammenda da 3.000 euro e arrivano fino a 50.000 euro per una singola operazione, secondo la gravità dell’infrazione.

Taglio del cuneo fiscale

Da mercoledì 1 luglio arriva anche il taglio del cuneo fiscale come previsto dall’ultima legge di Bilancio. Per i dipendenti con reddito da 8.174 a 26.600 (ex bonus Renzi) il bonus da 80 euro passa a 100 (20 euro in più); per i lavoratori con reddito da 26.600 e 28mila euro è previsto un aumento in busta paga di 100 euro; per quelli tra 28mila e 40 mila euro di reddito il taglio del cuneo si configura come una detrazione decrescente fino ad esaurimento. Per ottenere lo sconto in busta paga non sarà necessario effettuare una richiesta, lo sconto sarà effettuato direttamente dal datore di lavoro, che svolge il ruolo di sostituto d’imposta.

Ecobonus e bonus sisma al 110%

Dal primo luglio entra in vigore anche l’ecobonus e sisma bonus al 110%: un maxi credito di imposta per risollevare l’economia guardando al green e alla sicurezza introdotto nel decreto Rilancio ora in esame alla Camera. Il bonus permette gli interventi con un miglioramento della classe energetica e di riduzione del rischio sismico praticamente gratis grazie al meccanismo dello sconto in fattura e della cessione del credito. Al momento sono escluse le seconde case, ma c’è un emendamento in Parlamento per includerle.

Bonus vacanze

Con il decreto anti-Covid arriva anche il bonus vacanze fino a 500 euro. Potranno ottenerlo i nuclei familiari con Isee fino a 40.000 euro ed è valido dal momento della presentazione e fino al 31 dicembre successivo. L’importo del bonus sarà modulato secondo la numerosità del nucleo familiare: 500 euro per quelli composti da tre o più persone; 300 euro da due persone e 150 euro da una persona.

FONTE ADNKRONOS

Edizioni