« Torna indietro

Incontro presso la sede di Confindustria a Piombino: il punto sul rilancio dello stabilimento

Si è tenuta questa mattina un incontro presso la sede di Confindustria a Piombino tra i Segretari Provinciali Fim-Fiom-Uilm, i Coordinatori Rsu, il Vice Presidente Jsw Marco Carrai ed il Direttore delle Risorse Umane Riccardo Grilli.


Un incontro utile per fare un primo punto sulle idee e le prospettive del nuovo Responsabile in merito al rilancio dello Stabilimento Piombinese.


Nell’incontro Carrai ha confermato che è in costante contatto con i massimi rappresentanti del Governo per costruire una soluzione con tempi e prospettive certe, per il rilancio dello Stabilimento, tramite vari soggetti Istituzionali, affinchè sia garantita la piena occupazione.


Sono in corso vari contatti con Invitalia, Rfi e varie banche affinché entro breve tempo si possa iniziare a dare gambe al progetto, sapendo che occorre intervenire subito con un’iniezione di liquidità per sopperire ai crediti dei vari fornitori e per investire sui treni di laminazione affinchè l’Azienda nel più breve tempo possibile possa tornare ad avere margini operativi positivi.


Il Vice Presidente ha confermato che sarà un’operazione non semplice ma che è una sfida che vuole vincere, quella di rilanciare l’unico Stabilimento che produce rotaie in Italia ed uno dei pochi in grado di avere la possibilità di avere forni elettrici sul mare.


Il Progetto prevede di tornare a produrre acciaio tramite forni elettrici e sfruttare tutte le potenzialità logistiche che possiede un Porto come Piombino, per le quali è prioritario e per Fim-Fiom-Uilm necessario, salvaguardare il valore delle concessioni ed opzioni, che devono rimanere un patrimonio del Progetto Jsw.


In questi due anni l’Azionista ha dimostrato di non credere realmente alle potenzialità dello Stabilimento e tutte le sue scelte sono state, dopo una prima fase in cui ha rimesso in marcia i vari impianti, tutte improntate ad una nuova chiusura della fabbrica, visti i mancati investimenti e necessarie manutenzioni.


In questi anni, fin dalla fermata dell’Afo, la vicenda dello Stabilimento di Piombino ha dimostrato di avere fin troppi nemici esterni.

Oggi viste le prospettive di un nuovo rilancio tramite importanti soggetti Istituzionali, pretendiamo che Mr. Jindal, che ha individuato il nuovo Responsabile del Progetto Jsw in Marco Carrai assegnandogli piene deleghe e condiviso il suo nome con il Governo, si attivi concretamente per dimostrare che davvero crede come noi nel futuro dell’acciaio a Piombino, come da lui dichiarato a tutti i suoi collaboratori al Metropolitan.


Questi prossimi giorni devono essere utili al Governo, all’Azionista e al Vice Presidente per mettere in piedi i sostegni del Piano Industriale affinchè sia concreto, realizzabile e con tempistiche certe, per il quale sarà indispensabile prorogare il periodo di sorveglianza in modo che si possa garantire e tutelare la sostenibilità del piano e la completa occupazione.


FIM-FIOM-UILM PROVINCIALI COORDINATORI RSU

Edizioni