« Torna indietro

Avellino – La Stella (CamCom) aderisce alla Lega. Sviluppo, ripartire dalle Zes e dall’acqua

Avellino – Il presidente della camera di Commercio di Avellino, Oreste La Stella, ha aderito ufficialmente alla Lega di Matteo Salvini. La decisione è stata comunicata ai giornalisti in occasione della conferenza stampa organizzata questa mattina (18 luglio 2020) presso la sede del partito. La Stella ha spiegato che la scelta va nella direzione della coerenza delle idee personali, rispetto a quelle contenute nel progetto politico della Lega, ma non vi sarebbe alcun collegamento con l’eventuale candidatura per le regionali. “Intendo soltanto mettere a disposizione la mia esperienza – ha commentato – per provare a dare un futuro migliore alla nostra terra e ai nostri giovani. Occorre far prevalere la meritocrazia, ormai non c’è nessun posto pubblico da poter regalare, come accaduto in passato, facendo crescere le nostre comunità con equilibrio e responsabilità tra investimenti pubblici e privati, mettendo questi ultimi nelle condizioni di poter andare avanti”.

La conferenza stampa era stata convocata per illustrare il “progetto Irpinia” sul quale la Lega sta lavorando da tempo. Il coordinatore provinciale, che è anche responsabile nazionale per il mezzogiorno, Pasquale Pepe, ha focalizzato l’attenzione intorno a due temi: la valorizzazione delle zone economiche speciali e dell’acqua. Pepe ha sottolineato che la politica ha un impegno morale nei confronti dei cittadini irpini, che è quello di far pagare loro il servizio idrico meno che in Puglia e in altre parti del Paese perché l’Irpinia distribuisce la propria acqua alle altre comunità e non è affatto giusto che non ne debba ricavare alcun beneficio. Il senatore Pepe ha delicatamente attaccato chi, nelle ultime ore, ha deciso di lasciare la Lega:”In qualche caso – ha osservato – si sono allontanati dalla Lega amministratori ed esponenti politici che non erano della Lega, certi elenchi sono farlocchi, ma è evidente che rispetto la decisione di ognuno”.

Il senatore Ugo Grassi ha puntato sulla necessità che i territori tornino ad andare peso e considerazione e che siano seguiti con competenza, lealtà ed efficienza. Le potenzialità ci sono, occorre solo saperle valorizzare e lo schema inaugurato dal governatore della Campania, Vincenzo De Luca, è stato totalmente fallimentare. A cominciare proprio dalla sanità, che continua a non funzionare.

Presenti Generoso Cusano, Salvatore Vecchia, Monica Spiezia, Margherita Margò Di Giorgio, Biancamaria D’Agostino ed altri esponenti della Lega irpina.

x