« Torna indietro

Torna dopo 22 anni la cronoscalata dell’Appennino nel ricordo di Gastone Nencini

Il mondo del ciclismo ricorda uno dei suoi grandi campioni con la cronoscalata Barberino di Mugello – Passo della Futa.
Il primo corridore juniores Samuele Bigalli è partito alle ore 15,30 da Piazza Cavour a Barberino di Mugello, l’ultimo della categoria l’atteso Campione Europeo l’ucraino Andrii Ponomar. Alle 17,30 dalla pedana scatterà il primo Simone Lorenzo, mentre l’ultimo alle 18,40 sarà Tommaso Nencini. Tra le autorità sarà presente anche il presidente della Federazione Ciclistica Italiana, Renato Di Rocco. 
Tra gli under 23 favoriti il campione toscano in linea Benedetti, Verre, Faresin, Ferri, Nencini, Ninci, Mugnaini, Sensi. Per gli juniores oltre a Ponomar, Butteroni, Crescioli, Gimignani, Djordjevic, Giordani, Piccini, Russo, Cecchi e Dati.

Nel corso degli anni hanno partecipato e vinto questa gara campioni del calibro di Gianbattista Baronchelli, Giuseppe Saronni Davide Rebelline Moser, Chioccioli, Bugno, Chiappucci.

Partenza dei giovani ciclisti dal luogo di nascita di Gastone Nencini nel 1930. Quest’anno 2020, si celebrano i 90 anni dalla nascita, e 60 anni dalla straordinaria vittoria del Tour de France nel 1960 e 40 anni dalla sua morte avvenuta nel 1980.
Nencini dopo i primi successi come dilettante raggiunse i professionisti nel 1953 all’età di 23 anni e il primo grande trionfo lo ebbe al Giro d’Italia nel 1957, dove precedette il francese Louison Bobet di 19′ e il forlivese Ercole Baldini di 5’59”.

Ma la sua grande impresa la compì nel 1960 quando il 17 luglio vinse il “Tour de France” , anticipando lo spezzino Graziano Battistini, ed il belga Jan Adriaensens. Nencini ebbe gli appalusi generale Charles De Gaulle al Parco dei Principi di Parigi.
In occasione della cronoscalata è stato chiuso al traffico la statale della Futa dalle 15,30 alle 20,00 e il casello dall’A1 firenzuola di Mugello

x