« Torna indietro

disabilità, bonus regionale

Bonus regionale per le persone con disabilità, nuovo confronto

Sono stati pubblicati, sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania, gli elenchi, suddivisi per ambiti territoriali, degli aventi diritto al bonus di 600 euro riservato alle persone con disabilità accertata ai sensi della normativa di riferimento (Legge 104/92), non coperti dal Fondo per la non autosufficienza dei Comuni di appartenenza.

Forti perplessità sono state espresse dalla presidente Caniglia e dai commissari intervenuti oggi nella Sala Nugnes di Via Verdi – Marta Matano (Movimento 5 Stelle), Vincenzo Moretto (Misto – Lega Salvini Napoli), Luigi Zimbaldi (Misto) – sul numero degli aventi diritto presi in carico dal Comune di Napoli. Sono infatti solo 133 le persone con disabilità ammesse al bonus, una cifra nettamente al di sotto del reale fabbisogno in città, rispetto alla quale l’Amministrazione e i Servizi devono fornire spiegazioni. È grave, ha concluso la presidente Caniglia, che dal confronto anche con altri amministratori locali emergano dati così poco rappresentativi del complesso quadro che invece esiste in città, ed è altrettanto grave, come appreso oggi in commissione, che i Servizi non avessero contezza, rispetto alle persone con disabilità prese in carico dal Comune di Napoli, del reale numero di fruitori dei benefici della Legge 104; un fatto che ha notevolmente rallentato i tempi per l’invio alla Regione degli elenchi degli aventi diritto.

L’assessora al Welfare Buonanno ha chiarito che i percettori di bonus non sono solo i 133 elencati nel Burc; questo, infatti, è solo un primo “step”di beneficiari cui ha fatto seguito un altro elenco di 427 aventi diritto inviato lo scorso 8 luglio, e si procederà di volta in volta a inviare elenchi di circa 400 aventi diritto. Si è dovuto procedere in questo modo per le difficoltà che il Servizio incontra nello smaltire l’enorme carico di lavoro giacente, ha spiegato l’assessora, che ha ricordato anche che sono intervenute in questi mesi diverse rimodulazioni, da parte della Regione, degli strumenti operativi previsti e dei documenti di volta in volta richiesti. Attualmente gli uffici hanno un elenco digitalizzato dei 3800 cittadini con disabilità in carico ai Servizi sociali comunali, dal quale è possibile estrapolare rapidamente le informazioni necessarie. Buonanno ha anche chiarito che si sta procedendo in questi giorni alla liquidazione degli assegni di cura grazie all’utilizzo dell’avanzo vincolato, un’altra misura importante per assicurare risorse sul territorio.

Sul tema, dopo aver analizzato le note prodotte dal Servizio competente, la presidente Caniglia e i commissari intervenuti hanno deciso di fare ulteriori approfondimenti nel prossimo incontro.

x