« Torna indietro

Giuseppe Marchesano | Ragusa Sport | Day Italia News Ragusa

Giuseppe Marchesano: lo staff al completo?

Virtus Kleb Ragusa ha il suo preparatore atletico per la stagione 2020-21

Si delinea la squadra tecnica di coach Antonio Bocchino e Giuseppe Marchesano sarà il preparatore atletico che seguirà i giocatori della Virtus Kleb Ragusa per questa nuova esperienza nel campionato di basket di serie B.

Marchesano, professore di 47 anni laureato in Scienze motorie presso l’Università degli studi di Catania, dove ha insegnato per sei anni “sport di squadra”, nel 2007 si diploma preparatore fisico nazionale dopo aver seguito un corso APFIP.

La sua esperienza è di quelle importanti. Ha fatto parte infatti dello staff della nazionale diretto da Colli durante il raduno di Norcia per gli atleti dell’annata ’93. È allenatore e formatore nazionale per conto della CNA e in quest’ultimo anno è anche delegato alla formazione per la provincia di Catania.

E’ stato preparatore atletico dello Hoyama e poi per due anni della Virauto Ford a Catania in serie B. Ha seguito anche giocatori di rugby e velocisti. È il sesto anno consecutivo che guiderà come capo allenatore il Gravina che milita nel campionato di serie C Silver.

“Lieto di essere coinvolto in questo progetto”

«Ho accettato – le prime parole di Marchesano – la proposta della Virtus Kleb Ragusa molto volentieri. Sono riconoscente alla società iblea perché mi ha coinvolto in questo progetto con Antonio Bocchino, coach che stimo profondamente e che reputo un valore aggiunto della nostra regione.

Quando i dirigenti ragusani mi hanno contattato per propormi questo incarico ho accettato senza esitazioni perché reputo questo progetto coinvolgente e ambizioso ma non poteva essere altrimenti proprio perché la piazza ragusana storicamente è sempre stata importante e punto di riferimento per il basket.

La validità del progetto è importante e le persone che ci lavorano hanno la mia stima e il mio appoggio. So che potrò lavorare bene sia con la prima squadra sia collaborando con il resto dei comparti legati al settore giovanile. Mi sento molto stimolato da questo incarico e spero di poter fare bene in questa nuova stagione che si preannuncia ad alti ritmi.

Ho già contattato tutti i giocatori che formano il roster e ho già assegnato loro un lavoro di preparazione individuale che precede quello di gruppo. Con alcuni ho già avuto modo di incontrarli e su di loro ho già eseguito dei test.

C’è un grande entusiasmo tra i giocatori e mi auguro che anche la città possa rispondere con lo stesso entusiasmo così come ha sempre fatto finora».

Edizioni