« Torna indietro

La chitarra di Andrea De VItis

La chitarra di Andrea De VItis

La chitarra di Andrea De Vitis al Summer Concert nel Palazzo Mazziotti di Caiazzo

La chitarra classica di Andrea De VItis protagonista al Summer Concert

Torna a Caiazzo  per il Summer Concert 2020  una serata interamente dedicata alla magia della chitarra.

Martedì 25 agosto, infatti, in due momenti, prima alle 20.00 e poi alle 21.30, per consentire il giusto distanziamento in epoca covid, il maestro  Andrea De Vitis attraverso la sapiente maestria delle sue dita sulle corde di uno strumento senza tempo, farà vibrare le emozioni del pubblico sulle note di grandi musicisti del passato. 

Il concerto si terrà nel Palazzo Mazziotti di Caiazzo: l’imponente edificio quattrocentesco è un centro polifunzionale per le attività culturali ed espositive della Città, che ospita al piano terra il Museo Kere (dal nome della dea Cerere), museo etnografico di Caiazzo dedicato alla civiltà e alle tradizioni contadine.

Negli spazi del vecchio giardino annesso al Palazzo, vi è una piazza che in parte ricopre l’area archeologica, emersa durante lavori di restauro, con resti di edifici di epoca romana e medioevale.

L’ingresso ai concerti è libero con prenotazione obbligatoria. Ci si può prenotare tramite il sito autunnomusicale, sezione Prenota Online, oppure inviando una e-mail a info@autunnomusicale.com, in tal caso si riceverà una e-mail di risposta contenente il link per effettuare la prenotazione.

La chitarra di Andrea De Vitis

Andrea De Vitis (Roma, 1985) è considerato  uno dei chitarristi più interessanti della sua generazione. Diplomatosi con il massimo dei voti presso il Conservatorio “Morlacchi” (Perugia) nella classe di Leonardo De Angelis, si è perfezionato presso la “Segovia Guitar Academy” di Pordenone sotto la guida di Paolo Pegoraro e Adriano Del Sal; ha frequentato masterclasses tenute da Oscar Ghiglia, Carlo Marchione, Arturo Tallini, Pavel Steidl, Carles Trepat, Frédéric Zigante, Piero Bonaguri ed altri.

Negli ultimi anni ha vinto più di 40 premi in prestigiosi concorsi internazionali. Tra i primi premi si citano: Guitar Masters 2016 di Wroclaw, Certamen Internacional “Julian Arcas” di Almerìa, Forum Gitarre Vienna, Budapest International Competition, Iserlohn guitar competition, Concorso Internazionale di Gargnano, Kutna Hora Guitar Competition, Concorso Mercatali di Gorizia, Concorso Internazionale Città di Mottola, Concorso Internazionale Claxica. Ottiene altresì il II premio al Concorso “Frauchi” di Mosca e “M. Pittaluga” di Alessandria (primo premio non assegnato) e al Guitar Foundation of America (Denver).

La critica

Andrea De Vitis è un interprete che conquista pubblico e giuria per la nitidezza ad alta definizione del suo modo di suonare, per il formidabile controllo della dinamica e dell’agogica e per la chiarezza con cui afferma il proprio pensiero, traducendo nel contempo quello dell’Autore (Il Fronimo, 2016)

“Un vero musicista…grande precisione e intensa musicalità” (Fidelio – Hzo, Ungheria, 2014) 

“Brillante virtuosismo, controllo assoluto dei dettagli dell’esecuzione…chiarezza interpretativa, precisione e luminosità nel suono, delicato e allo stesso tempo ricco di colori” (Silesia prezentuje, Polonia, 2014) 

“Uno stile interpretativo capace di cogliere i dettagli intimamente musicali” (Positano news, 2012). “Chiaro rigore della tecnica strumentale” (Avvenire, 2009).

“È uno di quegli interpreti – ha scritto ancora di lui la critica – che conquistano pubblico e giuria per la nitidezza ad alta definizione del suo modo di suonare, per il formidabile controllo della dinamica e dell’agogica e per la chiarezza con cui afferma il proprio pensiero, traducendo nel contempo quello dell’Autore”. 

L’organizzazione di Summer Concert 2020

La rassegna, organizzata dall’associazione Anna Jervolino e dall’Orchestra da Camera di Caserta con la direzione artistica del Maestro Antonino Cascio, è realizzata con il contributo del MIBACT – Direzione Generale Spettacolo e della Regione Campania e si avvale della collaborazione della Direzione Regionale Musei Campania, del Museo archeologico e dell’Associazione Sidicina Amici del Museo di Teano, dei Comuni di Caiazzo, Pietramelara, Teano e Carinola, del Club Unesco di Caserta, dell’Associazione Monte Carmignano per l’Europa

x